Simone Pepe: Non abbiamo fatto ancora niente, determinante vincere in casa

Dopo cinque giornate di campionato Agrigento comanda la classifica frutto di ben 4 vittorie di cui 2 ottenute lontano da casa. L’entusiasmo in casa Fortitudo è alle stelle, la squadra e l’ambiente tutto si godono il momento nella consapevolezza che ci sarà ancora tanto da faticare. Nel successo di lunedì scorso ben 6 giocatori in doppia cifra, compreso Simone Pepe (10 t) che ancora una volta, alzandosi dalla panchina, con le sue giocate riesce ad incidere in modo determinante sul punteggio finale.

“C’è grande soddisfazione per per quello che stiamo facendo come squadra – dice Pepe – ma anche la consapevolezza che personalmente posso fare molto meglio, non dobbiamo accontentarci, quelli di Bergamo sono punti importanti per la salvezza, che resta il nostro primo obiettivo”.

Al PalaAgnelli Agrigento è quasi sempre stata padrona della partita riuscendo ad allungare a +10 nell’ultima frazione.

“Una partita complicata – commenta ancora la guardia pescarese – contro un avversario molto forte che non aveva mai perso in casa. Abbiamo fatto una partita molto solida da grande squadra, controllando bene in tutte le frazioni e prendere un buon margine nel finale.”

Adesso Agrigento è attesa da due turni casalinghi: Cassino e Treviglio, due partite che possono segnare il passo in questa prima fase di stagione.

“Dobbiamo vincerle – afferma Pepe senza girarci attorno – il campionato è molto difficile, il livello più alto. Dobbiamo sfruttare il fattore casa perché alla lunga sarà determinante. Sarà fondamentale vincere tutte le partite interne – rimarca – dobbiamo trasformare il PalaMoncada in un fortino e per farlo abbiamo bisogno del sostegno del pubblico. Mi auguro che al palazzetto ci sia più gente, perché lo meritiamo”.

Agrigento rispetto alla scorsa stagione ha cambiato poco, in estate sono arrivate più conferme che partenze e la squadra ne sta traendo beneficio.

“Siamo più solidi rispetto alla stagione passata, siamo cresciuti a livello di esperienza. – Parla ancora Pepe, al secondo anno all’ombra dei templi – Non sarà facile vincerle tutte ma dobbiamo mantenere una mentalità vincente”.

A Bergamo i biancoazzurri hanno festeggiato insieme ai propri tifosi che hanno raggiunto il PalaAgnelli per stare vicino ai propri beniamini.

“Sono, insieme alla Family, persone che ci sostengono sempre e molte volte si fanno sentire anche più del pubblico di casa, li ringrazio per l’affetto che ci dimostrano continuamente”. Aggiunge ancora Pepe che poi spende parole anche per Amir Bell. Il playmaker made in USA, arrivato in estate alla M Rinnovabili è la vera novità di questa stagione.

“E’ un bravissimo giocatore, può ancora crescere, è un ragazzo fantastico. La società ha pescato bene, è solo al 60% e può fare ancora molto per noi”. In sala stampa a Bergamo Ciani aveva rivolto un pensiero a chi gioca meno. Le stesse parole del coach vengono adesso rimarcate da Simone Pepe: La nostra forza è il gruppo – conclude l’abruzzese –  tutti si sono fatti trovare pronti anche chi gioca meno. Ognuno ha il proprio ruolo, ma tutti dobbiamo avere la pazienza per rispondere presente quando veniamo chiamati in causa”. La Fortitudo riprende la preparazione nella giornata di oggi, allenamenti mattina e pomeriggio. Domenica al PalaMoncada arriva Cassino, sabato i giocatori saranno al centro Commerciale Città dei Templi per incontrare i tifosi e giocare con i più piccoli.