Silvio Cuffaro contro Massimo Muglia

Il Sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro contro l’assessore al comune di Agrigento Massimo Muglia.  La vicenda è quella della partecipazione della Polizia municipale di Agrigento alla festa di San Sebastiano, una questione pienamente politica che vede contrapposti due schieramenti: quello del Sindaco Firetto – contro quello dell’onorevole Di Mauro.

La vicenda è quella della festa della Polizia Municipale.

Se due giorni fa il segretario generale del Comune di Agrigento Michele Iacono ha scritto al comandante Gaetano Di Giovanni chiedendo di relazionare in merito alla vicenda oggetto di critiche e segnalazioni di alcuni consiglieri comunali, e dopo la dura presa di posizione dell’assessore alla Polizia locale Massimo Muglia che durante i lavori consiliari dei giorni scorsi, ricorda La Sicilia, ha dichiarato che la vicenda lo “imbarazzava”, ora interviene il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro:

L’amministrazione che ha “ospitato” la festa per il patrono dei vigili urbani e nella quale, non molto tempo fa, ha anche militato lo stesso Di Giovanni, che fu assessore di Cuffaro nel maggio del 2017.

Cuffaro: Muglia poco rispettoso della polizia municipale.

Cuffaro contro Massimo Muglia, accusato di aver voluto, con le sue parole, “prendere le distanze” dalla città da lui amministrata e soprattutto di aver agito in modo “poco rispettoso nei confronti della polizia locale dei comuni agrigentini” che ha un ruolo “fondamentale per il controllo e la gestione della vita della nostra città…primo presidio di legalità nel territorio e devono affrontare e gestire quotidianamente, oltre ai problemi della sicurezza nelle strade e nelle piazze anche, in una visione più ampia, i rapporti con i cittadini con il suo complesso, e non meritano dalla politica tali comportamenti”.

Contrapposti due schieramenti politici

La nota di Cuffaro si conclude con il sindaco che conferma “la piena e totale disponibilità ‘a gratis’ della locale Polizia alle esigenze della Città capoluogo” come già fatto in occasione del Giro d’Italia. “La prossima volta – dice infine – abbia la città capoluogo la sensibilità di offrir loro almeno il pranzo”.

Comune Agrigento, Giacalone e Gibilaro su caso “San Sebastiano”

Nei giorni scorsi, ancora interventi nel merito del caso sollevato dai consiglieri comunali di Agrigento, Willy Giacalone e Gerlando Gibilaro, sulla opportunità della partecipazione, ad asserite spese del Comune di Agrigento, di parecchio personale della Polizia Municipale di Agrigento alla festa di San Sebastiano patrono dei Vigili urbani sabato scorso a Raffadali:

“Abbiamo chiesto ad assessori, dirigente e segretario una relazione dettagliata su tale partecipazione, soprattutto comprensiva della documentazione dell’amministrazione che ha consentito e autorizzato la partecipazione del Comune di Agrigento con personale e mezzi alla Festa di San Sebastiano nel Comune di Raffadali. L’assessore Muglia, nel corso della seduta del Consiglio comunale di ieri 29 gennaio, ha dichiarato che di ciò non vi è traccia”.