Sicilia in bolle: dal 9 all’11 ottobre l’evento dell’associazione Italiana Sommelier

In alto i calici alla Scala dei Turchi: dal 9 all’11 ottobre prossimo si torna a brindare con “Sicilia in Bolle”,  settimana edizione nel segno della Rinascita fra importanti conferme, grandi certezze e prestigiosi ritorni. Le bollicine siciliane e non solo tornano protagoniste alla Scala dei Turchi in occasione dell’evento che è diventato negli anni un punto di riferimento importante per aziende, sommelier, operatori del settore e numerosi winelover e appassionati del mondo del vino: il 9, 10 e 11 Ottobre si riaccende la magia di Sicilia in Bolle con un programma che si svolgerà principalmente fra due location: la prima è quella “storica” dell’evento, il ristorante Madison di Realmonte,  lì dove basta affacciarsi sulla terrazza per ammirare la bellezza della Scala dei Turchi; la seconda è invece l’Hotel Villa Romana di Porto Empedocle, altra suggestiva location in cui si svolgerà la giornata inaugurale e la cena di gala.

Un programma denso di incontri, masterclass e momenti di approfondimento che vedrà il ritorno dei banchi d’assaggio con più di 40 aziende vitivinicole e che ospiterà al suo interno anche la finale della seconda edizione del Concorso Miglior Sommelier di Sicilia. I particolari sono stati resi noti oggi pomeriggio, 5 Ottobre , a Casa Barbadoro.

Organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier di Agrigento in collaborazione con Ais Sicilia, la manifestazione si svolgerà nel rispetto delle attuali normative ma mantenendo quello che è sempre stato il suo lietmotiv: porre l’accento sulle sempre più numerose e qualificate realtà spumantistiche siciliane ma anche approfondire la conoscenza di differenti territori vitivinicoli con relative bollicine.“Sicilia in Bolle continua a crescere come manifestazione così come – dice il Presidente di Ais Sicilia Camillo Privitera – parallelamente continua anche il percorso di crescita degli spumanti siciliani non solo sul territorio nazionale; sicuramente occorre ancora lavorare per perseguire traguardi sempre più ambiziosi e risultati sempre più importanti ma la strada intrapresa crediamo sia quella giusta.”

Fra le prestigiose conferme di Sicilia in Bolle 2021 vi è la presenza dell’Istituto TrentoDoc, che testimonia da quattro anni il saldo legame che intercorre fra le bollicine di montagna e le bollicine siciliane. Ancora in scaletta una Masterclass con due fra le cantine siciliane antesignane nella produzione di bollicine: l’azienda agricola Milazzo, di Campobello di Licata, e l’azienda Tasca d’Almerita. E poi una Masterclass dedicata ai migliori spumanti di Sicilia, tra metodo Classico e metodo Martinotti. Tutti gli eventi saranno a numero chiuso e previa prenotazione. Per informazioni e prenotazioni consultate il sito www.siciliainbolle.it .