“Serenity”, il nuovo thriller con protagonisti Matthew McConaughey e Anne Hathaway

Il misterioso passato di Baker Dill (Matthew McConaughey), un ex veterano di guerra e capitano di un peschereccio che vive in una piccola isola del mar dei Caraibi, ritorna a tormentarlo, catapultandolo in una nuova realtà che non è quella che sembra. La sua vita tranquilla subisce un profondo mutamento quando all’improvviso ricompare la sua ex moglie Karen (Anne Hathaway), la quale gli chiede aiuto per sè e per il figlio che hanno in comune.

Questa è la trama di “Serenity”, il thriller diretto da Steven Knight, cineasta candidato all’Oscar nel 2002 per il film “Piccoli affari sporchi”, il quale per dirigere “Serenity” ha riunito un cast di lusso con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jason Clarke, Diane Lane e Djimon Hounsou. Matthew McConaughey e Anne Hathaway, tra l’altro, ritornano a lavorare insieme dopo “Interstellar” (2014).

Tutti conoscono Steven Knight come regista e sceneggiatore molto competente e geniale e soprattutto esperto di thriller. Lo ricordiamo per i film “La promessa dell’assassino”, “Millennium- Quello che non uccide”, “La grande partita” e soprattutto per “Locke”.

In “Locke” (2013) la storia rappresentata si sviluppa in un unico spazio e con un solo attore, Tom Hardy, che attraverso delle conversazioni telefoniche trasmette grande tensione e accresce la suspense, comunicando allo spettatore le chiavi per l’angoscia per mezzo della narrativa pura.

“Serenity”, invece, presenta il dilemma morale che deve affrontare un uomo: trasformarsi in un assassino per una buona causa e per un’ingente somma di denaro.

Vi è una profonda differenza rispetto a “Locke” perché in “Serenity” la tensione è spezzata sin dall’inizio in quanto l’azione decresce per lasciare spazio a lunghi soliloqui di Dill oppure a lunghi e noiosi dialoghi con Karen.

Il film esplora temi come la violenza domestica, l’abbandono della paternità, le conseguenze civili della guerra, ma fallisce a causa di una narrazione che dà troppo spazio al dialogo da parte dei personaggi e pertanto lo rende un thriller poco convincente.

“Serenity” è proiettato dal Cinema Multisala Ciak di Agrigento. Orario spettacoli: 18.30-20.30-22.30