Polizia sequestra impianto di demolizione e area per inquinamento ambientale

Nell’ambito dei servizi coordinati e disposti dal Compartimento di Polizia Ferroviaria di Palermo, il personale della Polfer di Agrigento, unitamente a personale dell’Arpa e del Libero Consorzio Comunale di Agrigento, ha effettuato un controllo in un impianto di demolizioni, nella zona industriale di Agrigento.
Dagli accertamenti effettuati, sono state riscontrate delle irregolarità sulla miscelazione di categorie diverse di rifiuti pericolosi e non, comportando seri rischi per la salute dell’uomo, e la vivibilità dell’ambiente. Inoltre si è configurata una gestione illecita delle aree esterne ed un mancato rispetto delle autorizzazioni.
Infatti l’impianto e la sua gestione non sono risultati assolutamente conformi ai decreti autorizzativi; le aree attigue ed esterne, non di proprietà della ditta, utilizzate in difformità a quanto autorizzato.

Le stesse sono risultate completamente occupate da uno svariato numero di automezzi, rimorchi e autovetture, cassoni contenti rifiuti inerenti l’attività di autodemolizione, nonché cumuli di rifiuto riconducibili a ferro da demolizione di costruzione e materiale di risulta.
Inoltre verificata l’assenza totale di sicurezza per i lavoratori, privi di qualsiasi mezzo di protezione. L’impianto ed il sito, per un totale di circa 5.000 metri quadrati, sono stati posti sotto sequestro preventivo, e messi a disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento.