Scuola e innovazione: ne discutono gli ingegneri di Agrigento con il sottosegretario Barbara Floridia

L’innovazione travolge anche la didattica e lo studio personalizzato diventa realtà grazie alle nuove frontiere del digitale. Un momento di confronto sulle possibili sinergie tra l’innovazione digitale e le pratiche didattiche è stato organizzato dall’ordine degli ingegneri di Agrigento, presieduto da Achille Fuorioso. “Ingegneria o follia?” – “Nuove frontiere per le metodologie didattiche e tecnologiche”, questo il tema dell’incontro particolarmente attuale, per lanciare nuove sfide attraverso la cultura digitale e gli strumenti dell’intelligenza artificiale. Il tutto è avvenuto con l’intervento, tra i tanti , di Barbara Floridia, Sottosegretario di Stato all’Istruzione, madrina del Piano RiGenerazione Scuola e della Green Community, a cui anche l’Ordine degli Ingegneri di Agrigento ha già aderito formalmente. Collegata on line, Floridia ha dichiarato: “C’è necessità di una formazione continua- ha detto Floridia- innovazione è anche un nuovo modo di lavorare e vedere problemi antichi in chiave innovativa”. Tanti i relatori ed ospiti all’Ordine degli Ingegneri di Agrigento, tra questi l’ingegnere palermitano, Leonardo Durante, docente di Junior Achievement Italia, unico italiano finalista del “Global Teacher Prize 2021”, il concorso che premia il miglior insegnante del mondo con un premio finale di 1milione di dollari. “Siamo convinti ha detto il presidente dell’Ordine, Achille Furioso – che la nostra categoria professionale svolgerà un ruolo chiave in questo particolare momento storico di ripartenza post-pandemica. Ciò avverrà anche grazie al contributo che gli ingegneri sanno offrire in ogni campo, a cominciare dal mondo della scuola. Siamo convinti, ad esempio, che l’Ingegnere siciliano Leonardo Durante sia un fulgido esempio di didattica strettamente legata al mondo del lavoro a cui il Ministero dell’Istruzione guarda con attenzione.”