Scoppia il “caso” bunker Cannatello: ecco cosa è accaduto

Scoppia il “caso” bunker Cannatello. L’associazione   “I Ragazzi della Trinacria“ questa mattina hanno completato  gli interventi di scerbamento e pulizia della piazza  della zona e, tra le altre cose, hanno pitturato il bunker, un bene monumentale risalente alla seconda guerra mondiale. A muovere le critiche è stato Giuseppe Di Rosa del Codacons che scrive :“La soprintendenza è stata informata, ed ha concesso i nulla osta, obbligatori per legge, per la tutela di un Bene per legge tutelato dai suoi uffici?”

Il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè spiega: “Ovviamente nessuna autorizzazione era stata concessa in tal senso dal Comune di Agrigento e pertanto saranno adottati i rimedi utili e necessari per riparare all’accaduto, nonchè interessare le autorità competenti.

Fermo restando che questa amministrazione già dall’insediamento ha manifestato e operato nella piena collaborazione con il mondo del volontariato e dell’associazionismo che sono un valore aggiunto per la collettività e che è interesse della mia amministrazione continuare con azioni di riqualificazione, decoro urbano e sano civismo. Non si possono avallare azioni “legibus solutus” che non rispecchiano e che, anzi, danneggiano il valore civico di un bene e di un luogo che hanno delle precise prescrizioni e passaggi amministrativi e politici che sono essenziali per svolgere qualsiasi azione di miglioria all’arredo urbano e del bene cittadino.”