San Bernardo celebra Agrigento: la bottiglia che è un’opera d’arte

Vedere Agrigento in una bottiglia. È ciò che accade ammirando la bottiglietta dell’acqua San Bernardo la cui coloratissima etichetta è stata disegnata dall’artista agrigentino Sergio Criminisi. La bottiglia, presentata in anteprima nella meravigliosa cornice del Lounge Beach Scala dei Turchi, alla presenza di Elena Tassone, della direzione marketing dell’azienda da una storia centenaria, è destinata al mercato agrigentino e verrà distribuita da Corona .  “Abbiamo lasciato a Sergio Criminisi massima libertà espressiva, perchè volevamo che esprimesse l’amore per questa terra – ha commentato con orgoglio Elena Tassone – . Dopo aver visto i primi bozzetti, ci siamo immediatamente innamorati dei colori, perchè sono tipici di questi luoghi meravigliosi. Si tratta – ha aggiunto – di una bottiglia limited edition da collezione che lega il nostro marchio alla vostra terra“.
L’azienda San Bernardo prosegue, dunque, nella tradizione di abbinare alla qualità dell’acqua un design sorprendente, che sappia conquistare chi vi si avvicina con un’esperienza multisensoriale: visiva, tattile e di gusto. Non a caso, la San Bernardo produce diverse tipologie di bottiglie tutte dal design molto ricercato, dalla elegante versione in vetro,  alle lattine. Ma la San Bennardo, come sottolineato ancora da Tassone, è particolarmente attenta all’ambiente e le bottiglie sono realizzate con plastica riciclata. “Da parte nostra – ha aggiunto – c’è voglia di educare la gente al riciclo e al rispetto dell’ambiente”. La particolare bottiglia che ha sull’etichetta uno scorcio del Tempio della Concordia e il Carretto Siciliano, due emblemi che contraddistinguono la Sicilia nel Mondo, ha piacevolmente sorpreso i presenti: il sindaco di Agrigento Francesco Miccichè, quello di Realmonte Sabrina Lattuca e l’assessore alla cultura del comune di Agrigento Costantino Ciulla. “Ringrazio la San Bennardo – ha detto Miccichè – perche’ questa bottiglia celebra il territorio ed è in sintonia con la nostra politica di promozione turistica”. Sulla stessa lunghezza d’onda il primo cittadino di Realmonte.

“Dobbiamo essere grati alla San Bernardo – dice Giuseppe Messina di Corona – per aver scelto di pubblicizzare il nostro territorio. E’ una bottiglia che farà tendenza e che sicuramente si sposa bene con le attività turistiche e ricettive del nostro territorio”.
Alla presentazione ha preso parte anche il comandante provinciale dei Carabinieri Vittorio Stingo, a cui di recente è stato attribuita la cittadinanze onoraria di Realmonte, come segno di riconoscenza per il prezioso e fattivo contributo manifestato per assicurare alla giustizia in tempo record l’autore dello sfregio perpetrato alla marna bianca nel mese di gennaio.

GUARDA LE FOTO