Ruggito Fortitudo: al PalaMoncada i biancazzurripiegano la corazzata Scafati 77 a 67

La Fortitudo Agrigento torna a ruggire battendo la Givova Scafati 77 a 67.

Con una partita di grande carattere, la squadra di Cagnardi ha piegato quella di Griccioli.

Tre uomini in doppia cifra per i biancazzurri, guidati dalla doppia-doppia di James 22 punti e 10 rimbalzi seguito da Easley con 15 e De Nicolao con 12.

Unica nota negativa la folle serata di Pepe autore di giocate totalmente prive di intelligenza cestistica.

Sul fronte opposto, Scafati incappa nella serata negativa del “folletto” Frazier solamente 6 punti – reggendosi solamente sulle spalle di un ottimo Ammannato autore di 10punti e di Rossato (10).

È Easley ad aprire i giochi seguito daChiarastella e da una tripla di Ambrosin per una partenza bruciante(7 1).

Anche James entra subito in patita (9 3).

Sul fronte opposto, i gialloblù non trovano vie facili di accesso al canestro: dalla lunga distanza le polveri sono bagnate (0/4) e allora si fa leva sulla fisicità di Fall e a qualche giocata di Rossato, mentre un irriconoscibile Frazier rimane quasi a secco (solamente 3 punti) e non incide.

Ne approfittano i padroni di casa con Fontana che, innescato in contropiede,firma il 15 a 7 a metà frazione costringendo coach Griccioli alla strigliata di gruppo.

Tuttavia cambia poco: prima un bel floater di Ambrosin porta il +10 (17 a 7), poi ci pensa Easley a prendersi la scena prima con un alley-oop (21 a 10) e poi dalla media distanzarealizzando così i canestri che chiudono la prima frazione di gioco con il punteggio di 23 a 15 per i padroni di casa.

Nel secondo quarto Scafati prova asbloccarsi dall’arco con le triple diContento e Crow, ma la Fortitudo c’è e con uno strepitoso James mantienegli ospiti a debita distanza.

Solamente a metà frazione Scafati prova a ricucire fino al -6, ma è un fuoco di paglia perché la difesa biancazzurra chiude bene gli spazi e colpisce in contropiede, circostanza che riporta i padroni di casa nuovamente alla doppia cifra di vantaggio, nonostante i tanti errori in fase realizzativa che avrebbero consentito di andare alla pausa lunga con un margine ancora più ampio (43 – 32).

Alla ripresa la musica cambia: i biancazzurri perdono Easley gravato dai falli, mentre i gialloblù ne approfittano subito alzando il ritmo di gioco con Frazier, Putney e Crow,circostanza che consente prima diannullare lo svantaggio e poi dimettere la freccia del sorpasso a metà della terza frazione (47 – 49).

I biancazzurri, tuttavia, evitano di perdere totalmente la bussola nel loro momento peggiore e con un paio di zampate di James si riportano nuovamente avanti alla fine del terzo quarto (56 – 55).

Nell’ultima frazione si va avanti a forza di sorpassi e controsorpassi.

Cagnardi, per aggiudicarsi la posta in palio, deve rischiare e manda in campo Easley per la zampata finale.

L’operazione riesce con l’americano decisivo ai fini del risultato finale.

Adesso occhi puntati sul PalaAgnellidi Bergamo: nell’anticipo serale di sabato 26 ottobre, i biancazzurri scenderanno in campo contro la BCC Treviglio, match valevole per la quarta gionata.

MRinnovabili Agrigento – Givova Scafati 77-67 (23-15, 20-17, 13-23, 21-12)

MRinnovabili Agrigento:  James 22 (5/9, 1/4),  Easley 15 (6/8, 0/0), De Nicolao 12 (4/6, 1/3), Ambrosin 9 (1/3, 1/6), Rotondo 7 (2/4, 0/0), Pepe 6 (0/2, 1/8),  Chiarastella 2 (1/2, 0/2), Moretti 2 (1/1, 0/0),  Fontana 2 (1/1, 0/0),  Moricca 0 (0/0, 0/0), Morreale 0 (0/0, 0/0), Indelicato 0 (0/0, 0/0) All: Cagnardi. Ass Giovanatto, Ferlisi

Tiri liberi: 23 / 31 – Rimbalzi: 36 6 + 30 (Christian James 10) – Assist: 17 (Simone Pepe 4)

Givova Scafati:Rossato 10 (1/3, 1/2),  Ammannato 10 (3/4, 0/1), Putney 9 (1/4, 2/4),  Fall 9 (3/6, 0/0), Crow 8 (2/4, 1/5), Tommasini 7 (2/3, 0/2), Frazier 6 (2/9, 0/6), Contento 6 (0/1, 2/5), Lupusor 2 (1/2, 0/0), Markovic 0 (0/0, 0/0) All Griccioli

Tiri liberi: 19 / 29 – Rimbalzi: 32 7 + 25 (Raphiael Putney 10) – Assist: 12 (J.j. Frazier 4)