Confermato sequestro di quasi 6,5 milioni di euro per Moncada

I giudici del Tribunale del Riesame di Agrigento (presieduto da Alfonso Malato, e composto anche da Giuseppa Zampino e Iacopo Mazzullo), hanno confermato il sequestro preventivo di quasi 6 milioni e 500 mila euro, riconducibili alle società “M Rinnovabili Srl” e “Moncada Energy group Srl”, rigettando il ricorso della difesa dell’imprenditore agrigentino Salvatore Moncada, rappresentata dagli avvocati Marco Giglio e Alberto Sirami.

La vicenda risale al luglio scorso quando la Guardia di finanza di Agrigento eseguì un provvedimento di sequestro preventivo, delle somme di denaro ritenute profitto del reato di bancarotta preferenziale, chiesto dal procuratore capo Luigi Patronaggio, e disposto dal Gip del Tribunale di Agrigento Luisa Turco. Oltre all’imprenditore Moncada, risulta indagato anche Calogero Volpe, 59 anni.

Le indagini avrebbero accertato che la “Moncada Solar Equipment Srl”, prima dell’avvio della procedura fallimentare, a scopo di favorire alcune società del gruppo Moncada, con conseguente danno degli altri creditori, aveva effettuato pagamenti ‘preferenziali’, sotto forma di compensazione di crediti, per l’importo di 6.344.129,32 euro, nei confronti della “M Rinnovabili Srl”, e per ulteriori euro 120.000 euro in favore della capogruppo “Moncada Energy Group Srl”.