Resta in carcere il capo della banda di ladri romeni

RIBERA. Confermata la custodia cautelare in carcere per Adrian Florian Muraru di 32 anni. Concessi, invece, i domiciliari a Tudor Dan Nita di 18 anni e a Georghe Mihaita Paraschiv di 26 anni. Lo ha deciso il tribunale del Riesame di Palermo a carico dei tre romeni che erano stati arrestati, all’inizio di marzo a Ribera, da carabinieri e polizia perché trovati in possesso di gioielli e soldi per oltre 100 mila euro.  I tre romeni – che sono rappresentati e difesi dagli avvocati Giovanni Forte, Giuseppe Tramuta e Santo Lucia – sono accusati dell’ipotesi di reato di ricettazione. Carabinieri e polizia, dopo una raffica di furti in abitazione, eseguirono delle perquisizioni e in un vaso pieno di terra trovarono un involucro sigillato con 40.000 euro e un contenitore pieno zeppo di oro e gioielli.



In questo articolo: