Raffadali piange Giuseppe Curaba. Il giovane è deceduto a Villa Sofia

E’ spirato, all’ospedale Villa Sofia di Palermo, Giuseppe Curaba, il giovane che era precipitato dal balcone di casa sua, da un’altezza di circa dieci metri. L’incidente e’ avvenuto in via A 12, nel quartiere Voltano e la dinamica non è stata ancora completamente accertata. Di sicuro, il giovane,  stava usando il montacarichi per salire al terzo piano il combustibile per la caldaia.   

È stata probabilmente l’asta che reggeva il montacarichi a cedere e trascinare nel vuoto Giuseppe che è stato prima trasportato all’ospedale di Agrigento e poi al Villa Sofia di Palermo, dove è rimasto in coma fino al decesso.

Sono trascorsi 20 giorni nei quali amici, parenti e conoscenti si sono stretti nella preghiera nella speranza di una ripresa.

La famiglia Curaba è molto stimata a Raffadali. “A nome di tutti i miei concittadini – ha detto il sindaco Silvio Cuffaro – voglio esprimere le mie condoglianze alla famiglia, per tutti noi è una giornata triste che ci colpisce profondamente. Fino all’ultimo abbiamo sperato tutti in un miracolo che purtroppo non si è avverato”.