Racalmuto, Bilancio positivo della prima settimana di raccolta differenziata senza cassonetti

RACALMUTO. Drastica riduzione dei rifiuti portati in discarica nella prima settimana senza le due postazioni di cassonetti stradali e con i nuovi turni di raccolta. “Nelle settimane precedenti viaggiavamo ad una media di quaranta tonnellate, la settimana appena conclusa abbiamo portato in discarica soltanto dieci tonnellate – annuncia l’assessore all’Ecologia Salvatore Petruzzella. Proteggiamo l’ambiente e al tempo stesso conteniamo i costi del servizio: meno viaggi di autocompattatore ( 1/5 contro 4), meno spese di conferimento in discarica ( circa €. 150/t). Più di duemilaottocento utenti hanno già ritirato i contenitori stradali.
Giorno dopo i giorno i contenitori davanti alle abitazioni si moltiplicano, restituendo decoro e pulizia alle nostre strade.”
“Nella prima settimana di avvio del nuovo modello – commenta il comandante della Polizia Municipale Nicola Sferrazza – insieme al sindaco, all’assessore e all’ufficio ecologia abbiamo intensificato i controlli e individuato e pesantemente sanzionato,- grazie alle videocamere e all’ispezione dei sacchetti abbandonati –   quanti ancora non osservano le regole della differenziazione dei rifiuti”.
“Contro chi ancora si ostinava a lasciare sacchetti di rifiuti in c.da Malati, dove prima c’erano i cassonetti, abbiamo elevato oltre dieci multe. Dalle settimana di Pasqua oltre quaranta violazioni sono state accertate – dichiara il sindaco Emilio Messana. Ricordo che chi abbandona i rifiuti per strada incorre nella denuncia penale e in una sanzione di €. 600,00. Abbiamo incontrato i titolari di bar e ristoranti, invitandoli ad organizzare la loro attività in funzione della separazione dei rifiuti, arredando i locali con appositi contenitori dove il cliente possa buttare lo scarto delle proprie consumazioni, differenziando la plastica e i metalli, la carta e il cartone, il vetro, l’organico. I locali si organizzino e anche noi che li frequentiamo chiediamo che lo facciano e osserviamo, mentre consumiamo, le regole della “differenziata. Già questo lunedì il paese è più ordinato e pulito, grazie alla sensibilità dei nostri concittadini e all’impegno e al lavoro dei nostri funzionari e degli operatori”.


In questo articolo: