Quale turismo se un volo da Roma costa 400 euro?

L’associazione Tante Case tante idee che riunisce i proprietari di B&B e Case vacanze interviene a commento dell’emergenza caro voli da e per la Sicilia.

Nel mese di gennaio, ricorda il presidente Domenico Vecchio, era stata annunciata dal vice ministro Cancelleri un provvedimento atto a ridurre il costo di questi voli che di fatto penalizzava ulteriormente il Meridione d’Italia. Ora, dopo l’emergenza Coronavirus la situazione è addirittura peggiorata. Un volo Roma Catania arriva a costare anche 400 euro. E’ evidente che in questo modo parlare di turismo in Sicilia, anche se con un giorno di permanenza gratis, diventa impossibile.

E con questi disincentivi, la gente non arriva, i collegamenti dagli aeroporti irregolari (come conferma la Sais) e le strutture di accoglienza senza prenotazioni preferiscono  non aprire.

La ripartenza del turismo nell’Isola, se si vuole davvere sostenere, deve partire proprio dai collegamenti e dai servizi. Altrimenti sono solo parole vuote di contenuti.