Tassa di soggiorno per “salvare” la Festa di San Calogero

AGRIGENTO. Si è riunita oggi al Comune di Agrigento la “Consulta per l’Imposta di Soggiorno” che ha affrontato una serie di temi specifici tra cui l’abusivismo, suggerendo all’Amministrazione, un’attività di sensibilizzazione rispetto ai controlli di settore.

E’ stato affrontato il tema della destinazione delle somme riscosse come Imposta di Soggiorno nell’esercizio finanziario 2017 e per il Triennio 2017/2019 a questo proposito sono state individuate tre macro-aree di intervento: – Promozione, Marketing della Destinazione Agrigento, prodotti turistici ed Eventi, nella misura del 64 % – Infrastrutture, manutenzioni e servizi per il turismo, nella misura del 35% – Formazione turistica, nella misura dell’1%.

La Consulta ha condiviso l’idea di sostenere direttamente con fondi della Imposta di Soggiorno (nella misura dell’1,4%) la tradizionale Festa di San Calogero. Altro tema suggerito dai componenti la Commissione è stato quello relativo alla promozione della Città di Agrigento che dovrà avvenire sempre con largo anticipo su tempi e date. L’Amministrazione Comunale infine ha espresso il gradimento per le osservazioni e i suggerimenti giunti e ha ringraziato i componenti della Consulta per il lavoro fin qui svolto.