Un anno da “Beato”, il 9 maggio ad Agrigento la proiezione del docufilm su Rosario Livatino

Nel primo anniversario della beatificazione del Giudice Rosario Angelo Livatino , il prossimo 9 maggio alle 18, negli spazi Culturali Temenos, ad Agrigento, sarà proiettato il docufim sul Beato Rosario Angelo Livatino “Picciotti, che cosa vi ho fatto?” L’iniziativa è dell’arcidiocesi di Agrigento e Tv2000. Prodotto e realizzato dall’emittente della Conferenza Episcopale Italiana in collaborazione con il Centro per la Cultura e la Comunicazione dell’Arcidiocesi di Agrigento, il documentario raccoglie la testimonianza dei compagni di scuola, dei colleghi magistrati e di coloro che hanno avuto modo di conoscere la sua straordinaria normalità, la serietà e la dedizione, le fatiche e le paure, la carità e la fede. Il Beato Livatino, magistrato del Tribunale di Agrigento, è stato un uomo appassionato del suo lavoro, che ha combattuto la mafia nonostante le ripetute minacce indirizzate a lui e ai suoi anziani genitori; un laico fedele e innamorato di Dio, che tutte le mattine, all’insaputa di tanti, si recava a pregare nel Santuario di San Giuseppe, attiguo al Tribunale. È questa fede feriale, che lo ha reso saldo la mattina del 21 settembre 1990, quando viene assassinato. Il magistrato, inseguito dai suoi killer, tenta una fuga disperata ma non urla, non maledice, non chiede aiuto e quando si rende conto che è giunta la sua ora, si volta verso di loro e pronuncia parole di verità: “Picciotti, che cosa vi ho fatto?”. Alla proiezione interverranno il direttore di Tv 2000, Vincenzo Morgante e l’Arcivescovo di Agrigento, Alessandro Damiano. Il documentario è a cura di Fausto Della Ceca, ideato e scritto da Giuseppe Cutrona, regia di Simone Di Tella e produzione di Sara Brogi.