Prima il furto, poi precipita da viadotto. Chiuse indagini

Il pubblico ministero Chiara Bisso, ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a Vincenzo Pinto, 34 anni, e Salvatore Gioachino Bartolotta, 36 anni, entrambi di Canicattì. Sono accusati di furto, in concorso con altri complici, non ancora individuati. I due indagati sono difesi dall’avvocato Angela Porcello. La vicenda risale al marzo scorso.

Pinto, in particolare, venne arrestato dai poliziotti della sezione Volanti di Agrigento, con la collaborazione dei loro colleghi colleghi del Commissariato di Canicattì.

I due dopo avere rubato un camion e un trattore, in compagnia con altri tre o quattro complici, vennero intercettati dalla polizia. Nella fuga il 34enne, per evitare di finire in manette, è caduto da un viadotto della Ss 115, da una altezza di circa dieci metri. Poi è rimasto ricoverato all’ospedale “San Giovanni di Dio” per alcuni mesi.