Il Pirandello “promosso” a Teatro Nazionale: una bella notizia alla vigilia della nuova stagione

Presentato il cartellone della nuova stagione 2022 – 2023 del Teatro Pirandello.

di Eugenio Cairone

Nel Foyer “Pippo Montalbano” del Pirandello non si è presentato solo il cartellone della nuova stagione. L’incontro con i giornalisti è servito, soprattutto, per annunciare un importante riconoscimento per il Teatro di Agrigento e per la Fondazione che ha ottenuto dal Ministero dei Beni Culturali la qualifica di Teatro di Produzione nazionale. Un riconoscimento di grande prestigio che proietta il Teatro di Agrigento sulla scena nazionale. Tutto merito, bisogna dirlo, del Direttore Artistico Francesco Bellomo. Noi lo diciamo anche se lui, bontà sua vuole condividere il riconoscimento, e forse è giusto cosi, con il Consiglio di Amministrazione della Fondazione. E veniamo alla nuova stagione che avrà inizio a novembre.  Basta citare alcuni nomi per comprendere il livello degli spettacoli: Alessio Boni, Luca Orlando, Francesco Pannofino, Serra Ylmaz e tanti altri. Se la stagione passata si è conclusa con Sergio Castellitto, quella nuova si aprirà con altri nomi eccellenti che promettono momenti da non perdere.  E a questo proposito, a partire da oggi è ufficialmente aperta la Campagna abbonamenti.  Gli attuali abbonati potranno confermare il posto con diritto di prelazione fino al 9 settembre.

Eugenio Cairone

Tra gli spettacoli in cartellone: Mine Vaganti di Ferzan Özpetek con Francesco Pannofino, Iaia Forte e Simona Marchini. “Don Chisciotte” con Alessio Boni e Serra Ylmaz. Particolarmente orgogliosi per le produzioni della Fondazione: Il Caso Tandoy” scritto e diretto da Michele Guardì, “L’onorevole” di Leonardo Sciascia e il musical “State buoni se potete “ di Luigi Magni.