Porto Empedocle, madre accusata di sfruttamento della prostituzione: vittima, la figlia

Si è svolta ieri, presso il Tribunale di Agrigento, una udienza sul processo scaturito da un inchiesta che ha coinvolto una donna di Porto Empedocle, accusata di sfruttamento aggravato della prostituzione. Vittima la figlia, all’epoca dei fatti,  minorenne.

A seguito di intercettazioni si notò che alcuni uomini prendessero appuntamento con la madre, la quale incassava successivamente i soldi con tariffe dai 30 a 50 euro a prestazione.