Fucile a cannemozze nascosto nel guardaroba, arrestato muratore

Ieri a Porto Empedocle la Polizia di Stato ha arrestato C.T., nato ad Agrigento ma residente a Favara, in quanto resosi responsabile di reati di detenzione di arma clandestina, ricettazione e detenzione abusiva di armi. Nel corso di una perquisizione personale e domiciliare eseguita dagli agenti all’interno di un cassetto dell’armadio della camera da letto della propria abitazione, occultato tra gli indumenti, veniva rinvenuto un fucile a canne mozze sovrapposte, calibro 1, privo di marca e modello con la matricola abrasa, avvolto con della pellicola trasparente. Nel corso dell’atto di ricerca, dietro lo stesso mobile, custodite all’interno di un barattolo in plastica, sono state rinvenute 17 cartucce calibro 12, 16 delle quali inesplose. Inoltre, sotto il lavabo del vano cucina è stato trovato un involucro contenente della sostanza stupefacente del tipo cocaina, del peso complessivo di grammi 0.22. Dopo le formalità di rito è stato condotto presso la propria abitazione a Favara e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.