Porto Empedocle, aperta la cassaforte della gioielliera: nessun testamento

Continuano le indagini riguardanti la morte di Lucrezia Pagliari, 68 anni, la gioielliera di Porto Empedocle ritrovata cadavere nella sua abitazione nel centro abitato marinaro alcuni giorni fa. Sul registro degli indagati della Procura della Repubblica di Agrigento vi sono due donne, due badanti. E’ stata aperta, intanto, la cassaforte che si trovava in casa della donna. Ci si aspettava un testamento e altri gioielli, oltre quelli spariti al momento del ritrovamento del corpo della Pagliari. Ebbene, niente di tutto questo. Nella cassaforte vi erano solamente un paio di monili e nient’altro. Niente testamento. A questo punto ci si chiede se la donna abbia avuto modo di redigerlo o se invece non esista proprio. Ricordiamo che le due badanti sono indagate per furto dopo la sparizione dei gioielli, in parte restituiti proprio da una delle due donne.