Pneumatici economici, cosa bisogna sapere?

Acquistare dei pneumatici economici, non sempre è una buona idea per chi vuole sicurezza e affidabilità. Vediamo perché non è una buona idea e cosa valutare per l’acquisto di pneumatici affidabili.

Acquistare dei pneumatici online non è un qualche cosa di cui bisogna preoccuparsi molto spesso. Infatti, nella maggioranza dei casi è una spesa che si sostiene ogni tre o quattro anni. Il numero degli anni, dipende da quanti chilometri si percorrono ogni anno. Quando la propria vettura inizia ad avere poca tenuta di strada o i tempi di frenata aumentano, allora è il momento di pensare a sostituire i pneumatici.

Come ci conferma il servizio clienti di Oponeo (uno dei negozi online più affidabili, per l’acquisto di pneumatici e accessori per le vetture. Il suo sito si può raggiungere a questo indirizzo: www.oponeo.it), una buona parte di incidenti è causata proprio per la mancanza di manutenzione dei pneumatici. Quando sono troppo consumati, non sono in grado di offrire le migliori performance a chi guida.

Acquistare dei pneumatici economici, non è sicuramente una buona idea. I pneumatici, sono l’unica parte della vettura che è a diretto contatto con la strada che si sta percorrendo. Avere delle “scarpe” economiche, potrebbe ridurre la tenuta di strada e quindi la sicurezza del mezzo che si guida. Per non avere brutte sorprese, anche nel caso si decida di acquistare dei pneumatici economici, è bene conoscere alcuni aspetti del pneumatico che si vuole acquistare.

Quando acquistare i nuovi pneumatici?

Più si aspetta ad acquistare i nuovi pneumatici, minore sarà la tenuta di strada che i vecchi pneumatici offrono alla vettura. Se il battistrada è sotto gli 4 mm, è il caso di cambiarli il prima possibile. Nel caso si viene fermati da polizia o carabinieri, si può venire multati.

Si può facilmente verificare se i propri pneumatici sono usurati, grazie a una moneta da due euro. Se la corona argentata è più alta delle fenditure presenti sul battistrada, allora è giunto il momento di cambiarli.

In ogni caso, se si avvicina il periodo invernale è opportuno avere dei pneumatici con un battistrada nuovo. Questo, serve ad avere una maggiore tenuta di strada in caso di condizioni meteo non ottimali o neve.  

È necessario cambiare tutte e quattro i pneumatici?

Mentre i produttori di pneumatici raccomandano di sostituire tutti e quattro i pneumatici contemporaneamente, non sempre si ha questa necessità. Se i pneumatici posteriori non sono molto consumati, si possono girare e mettere al posto di quelli anteriori. Sono sempre le ruote anteriori, quelle maggiormente sollecitate dalla trazione per imboccare la giusta traiettoria.

Se i pneumatici posteriori sono ancora con oltre il 50% del battistrada, non ha senso buttarli. Acquistare dei pneumatici due alla volta, permette di ottenere almeno un altro anno di utilizzo senza avere grossi problemi. Scegliere questo tipo di approccio, estende inoltre la durata di utilizzo dei pneumatici attualmente in uso sul proprio veicolo.

Tipologia di pneumatico

Quando si inizia a pensare al cambio gomme, è bene anche verificare in che stagione dell’anno ci si trova. Se l’autunno e l’inverno sono molto vicini, può essere il caso di aspettare ancora qualche settimana e quindi montare sulla propria vettura dei pneumatici invernali. Una soluzione sicuramente più che ideale, per avere la massima tenuta di strada nel periodo freddo dell’anno.

Se invece ci si trova in estate, allora è il caso di acquistare un pneumatico estivo o un pneumatico quattro stagioni. Quest’ultimo, che può anche essere utilizzato nel periodo invernale, è sicuramente una buona via di mezzo per chi è alla ricerca di un pneumatico utilizzabile in ogni momento dell’anno.

È bene pensare, che se si sceglie di acquistare dei pneumatici invernali invece dei pneumatici quattro stagioni, si dovrà anche avere del posto per riporre i pneumatici che non si utilizzano durante la stagione invernale. Lo spazio per deporre le gomme non utilizzate, deve essere asciutto e ben lontano da fonti di luce o di calore. Solo in questo modo, si potrà utilizzare in tutta sicurezza il pneumatico anche l’anno successivo.