Pietro Busetta si è dimesso da presidente del Cda della Banca Sant’Angelo

LICATA. A poco meno di cinque mesi dalla sua elezione, Pietro Busetta si è dimesso da presidente del Cda della Banca Popolare Sant’Angelo. Il docente universitario lascia “per sopraggiunti impegni professionali”. Pietro Busetta, già presidente della fondazione Curella e amministratore della banca dal 2009 al 2015, lascia pochi giorni dopo l’approvazione di un bilancio redatto nel segno del rilancio dell’istituto.

All’assemblea dei soci che ha approvato lo strumento finanziario all’unanimità, il presidente Pietro Busetta e il direttore generale Ines Curella hanno illustrato gli obiettivi improntati a potenziare la capacità reddituale, razionalizzare la rete commerciale, adeguare la struttura organizzativa. Fondamentale l’attività propedeutica di incremento dei coverage e di ricomposizione del portafoglio crediti, anche in considerazione delle più stringenti aspettative dell’autorità di vigilanza. Subito dopo la sua elezione Pietro Busetta aveva annunciato il suo impegno “per rafforzare l’unica banca oggi rimasta, insieme alla Popolare di Ragusa, con sede in Sicilia”.