Pesca di frodo, sequestrata rete a palangaro

Rinvenuta e sequestrata una rete da pesca denominata “palangaro”, con decine di ami, non segnalata ed assoggettabile alla pesca di frodo, impropriamente impiegata in spregio alle vigenti normative di settore.

A fare la scoperta il personale della squadra Nautica della polizia di Stato, in servizio nel porto di Porto Empedocle, nell’ambito dell’attività di controllo e vigilanza, con particolare attenzione per la pesca abusiva.

Tutto quanto a circa 700 metri dalla costa del mare empedoclino. Il rinvenimento della rete da parte dei poliziotti, impegnati in attività di pattugliamento, con acquascooter e motovedetta, nel tratto di mare di fronte la costa agrigentina.