Perseguita, maltratta e picchia l’ex moglie, 52enne finisce nei guai

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha disposto il giudizio immediato nei confronti di un meccanico 52enne di Aragona, con le accuse di stalking e maltrattamenti nei confronti dell’ex moglie, ed evasione.
L’uomo era finito in carcere dopo cinque arresti in diciassette giorni, in alcune circostanze avrebbe picchiato la donna, che sarebbe stata pure perseguitata e minacciata di morte sotto casa, anche con l’utilizzo di un coltello.

Il pubblico ministero Paola Vetro ha chiesto, e ottenuto, di mandarlo subito a processo senza passare dall’udienza preliminare.
La prima udienza del processo, dopo la scelta del legale difensore, l’avvocato Salvatore Cusumano, di procedere con il rito abbreviato, è fissata per il 16 gennaio prossimo davanti al Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano.