“Il Parto/The Born” Quando l’Atto Creativo Diventa Opera Artistica

In The Opp Festival – Energie U18, evento autoprodotto da Farm Cultural Park, e precisamente nel Fuori Farm a Palazzo Cafisi (Favara), domenica 30 aprile, CALOGERO CASTELLANA, in arte CAST (classe 1990) giovane HairStylist, vincitore del “People Choice” al International Trend Vision Award a Berlino, sceglie di voler raccontare il suo estro artistico nell’hairstyling, e il suo concetto creativo attraverso un evento che coivolgera’ diversi creativi nei differenti campi, un evento che spaziera’ dallo show al teatro-danza sperimentale, dall’architettura al fashion designer, dalla musica elettronica indipendente al gioco creativo di luci. La creazione e la regia della performance “IL PARTO/THE BORN” che darà vita alla nascita di tutte le creazioni sarà di ILARIA BORDENCA (OpenSpace Theater), eclettica e poliedrica donna, psicologo, danzamovimentoterapeuta, teatrante e danzatrice. “IL PARTO/THE BORN”, performance di Teatro-Danza Sperimentale, aprirà il tutto e soprattutto dara’ vita allo Show di HairStyiling di Cast. La performance nasce dall’idea di Ilaria Bordenca in cui la Creazione Artistica non ha mai un punto di partenza ne un punto di fine, nasce semplicemente all’interno di un flusso costante, del contatto diretto, esperenziale e autentico con la vita, degli alti e bassi, del bianco e nero, delle mille e infinite sfumature che la vita ci offre e ci dona, e che l’essere umano accoglie senza resistenza. In un mondo omologato, e scandito da stereotipi, la creazione artistica autentica nasce dall’esigenza di rompere gli schemi continui e ripetitivi. “IL PARTO/THE BORN” prende spunto da un parallellismo pirandelliano di come il Mistero della Creazione Artistica e’ il Mistero stesso della Nascita Naturale, e non si puo’ mai dire come e perche’ avvenga………………come nell’antico Mito in cui Psiche incontra Eros/Amore, lo incontra nell’assoluto buio, silenzio e mistero, soprattutto nella non razionalita’. Non si puo’ decidere quando creare, arriva un insight, in cui la creazione dell’Opera ha elementi originali unici o elementi comuni che appartengono a tutta l’umanita’. Secondo Ilaria Bordenca la Creazione Artistica nasce nella liberta’ dell’Essere, libera da convinzioni sociali, stereotipi e stereotipie, pregiudizi, luoghi comuni e false credenze………………..L’Artista Autentico e’ un Sciamano. Nella Performance “IL PARTO/THE BORN” l’Uovo rappresenta la trasformazione interiore attraverso l’azione delle forze cosmiche della Natura, e quindi l’azione dei vari Elementi, e la rigenerazione per mezzo di esse. Dunque l’Uovo, visto come ricettacolo di vita, nella sua forma perfetta, senza principio né fine come una sfera, e nel quale, tuttavia, è ben distinguibile una direzione, o orientamento, lungo un asse verticale attorno al quale si sviluppa la sua simmetria cilindrica, è un simbolo universale di Fecondita’. È altresì associato al Femminile, perché è la Donna a produrre l’ovulo il quale, fecondato, darà origine alla Nuova Vita, riprendendo gli Antichi Culti della Grande Madre. Quello che si vuole raccontare attraverso la performance e’ di come la dimensione Microcosmica, riferita all’Uomo, accompagna quella Macrocosmica, riferita al Mondo, l’Uovo come l’Origine della Vita diventa l’Uovo che da’ Origine al Cosmo. La Performance “IL PARTO/THE BORN” mette in particolar modo in scena il Simbolo, che spiega senza parole, insieme al Corpo in Movimento, in cui vi e’ il racconto dell’Evoluzione Animica, la Crescita Umana e le Infinite Possibilita’ della Creazione Artistica, che apparterrebbe a tutti gli Esseri Umani. Solo in fase finale la Parola prende Corpo. In questo modo partendo dai concetti chiave “Nascita Artistica/Creativita’ nella Vita/Evoluzione Interiore dell’ Essere Umano”, scenograficamente la performance e tutto l’evento sara’ supportato dal progetto di TCONZERO ARCHITETTURA, gruppo di giovani architetti composto da SAMUELE DI MAGGIO, VIVIANA VASSALLO, VINCENT BONFANTE, in cui tutto il flusso creativo all’interno di Palazzo Cafisi sara’ accompagnato da un filo rosso che avvolgera’ le performance e il pubblico. Dall’ingresso al palazzo, al cortile sottostante, attraversando le scale, sarà il filo rosso a indicare il percorso e ad accompagnare il fruitore all’interno dello spettacolo. Lo spazio della yellow ball trasformato in palcoscenico, in teatro del flusso generatore della performance “Il Parto/The Born”. Materiali poverissimi e semplici trasformati in elementi architettonici capaci di ritagliare spazi di diversa fruizione senza generare separazione tra di essi. La predominante presistenza della yellow ball (Prof. Arch. G.Guerrera), suggerisce al gruppo di architetti un atteggiamento di addizione di un layer scenografico volto a ricreare un’atmosfera surreale che farà da sfondo alla performance. Protagoniste chiaramente le Acconciature dei capelli create dall’HairStylist Calogero Castellana, le quali modelle, Sofia Bellavia, Cristina Carella, Simona Trupia, indosseranno gli splendidi abiti della fashion designer SILVIA CASTELLANA. Silvia Castellana per “Il Parto/The Born” ha sviluppato 3 outfit partendo dai concetti chiave della Nascita Creativa. 1° outfit, volutamente scomposto e distrutto, la materia, il denim è un elemento di riuso. Vecchi jeans usati vengono trasformati, tagliati a brandelli per creare qualcosa di nuovo, una “cape” dal gusto volutamente non finito. Tutto può trasformarsi in qualcos’altro, può rinascere sempre ed assumere nuove sembianze e nuovi significati, sempre in continua evoluzione. Questo outfit indica proprio quel momento “rivoluzionario” della materia, colto nell’atto della trasformazione. 2° outfit, dal gusto meno street e più couture, è una posa plastica dalle mille sfumature che il tulle crea su una jumpsuit in lycra nera. Totale contrasto di due tessuti che si sposano perfettamente per creare il concetto di “evoluzione” 3° outfit riporta il concetto di Rivoluzione ed Evoluzion, gia’ precedentemente realizzato per la finale del trendvision Award 2015. Simbolicamente indica un percorso molto complesso che segue un moodboard evolutivo legato dal nome “spore” e che ingloba design, architettura, hair, fashion. Appositamente e’ scelto di riutilizzare questo modello, un mini dress jumpsuite dai colori molto tenui, impreziosita da una lavorazione sartoriale di oltre 200 petali di seta dai colori diversi, tagliati e cuciti a mano. Nel complesso è un concetto di Stasi e Serenità, quindi il raggiungimento di una fase superiore. La chiusura della serata sara’ affidata agli A-GAIN, GERO NATALE e DJ HOOKER, con il progetto di musica elettronica di loro produzione indipendente, sviluppato esclusivamente con l’ausilio di sintetizzatori analogici. Gli A-Gain influenzati fortemente dalle correnti musicali degli anni 80’, coinvolgeranno il pubblico in un’esperienza diretta tra Uomo-Anima e Macchina. L’aspetto tecnico audio/luci sara’ affidato ad Enzo Fallea, il make up delle modelle sara’ sviluppato dalla giovane Make Up Artist Dalila Cusumano, L’ambito fotografico curato da Danilo Sguali e le riprese video a Andrea Tedesco. L’evento, che si svolgerà il 30 aprile, chiudera’ l’Opp Festival di Farm Cultural Park, partendo dalle 11.00 am fino alle 17.30 pm con il WorkShop di Hair Styling di Cast , alle 19.00 pm si darà il via alla Performance/Show “Il Parto/The Born” con Ilaria Bordenca e Cast, in successione ci sarà un happy aperitivo, e in conclusione di tutta la giornata ascolteremo la musica degli A-Gain. Il Tutto in un Connubbio Favara/Agrigento……….per un Tutto Made in Sicily.