Palma di Montechiaro, Azzerata la giunta comunale

PALMA DI MONTECHIARO. Il sindaco, Stefano Castellino ha ritenuto di dover procedere alla revoca della nomina dei componenti della Giunta comunale e lo ha fatto ieri sera firmando la determina numero 12. Castellino intende rilanciare l’azione amministrativa, a quasi due anni dalla sua elezione a sindaco della città. E nel farlo ha anche precisato che la “revoca si basa su valutazioni di opportunità politico-amministrative a seguito di verifica politica, e che non si tratta di atto sanzionatorio né di atto che riguarda motivi personali o professionali legati ai singoli assessori”.

Fino ad ieri la giunta era composta da Anna Maria Sanfilippo (consigliere comunale della lista Riprendiamoci il futuro), che svolgeva le funzioni anche di vice sindaco, Angelo Cottitto, Roberto Onolfo e Giuseppe D’Orsi, che svolge anche il ruolo di consigliere comunale. “Si tratta di un provvedimento – aggiunge Castellino – dettato oltre che da valutazioni politiche anche a garanzia della coesione e dell’unitarietà dell’azione di governo con il preciso obiettivo di perseguire con piena efficienza il programma politico e di rilanciare l’azione politico-amministrativa nell’esclusivo interesse pubblico, a favore della cittadinanza e nel rispetto del buon andamento e dell’imparzialità della pubblica amministrazione”.

Non si tratta della prima variazione nell’esecutivo guidato dal sindaco Castellino, sebbene questa volta si sia trattato di un cambiamento radicale. In precedenza il cinquantunenne Roberto Onolfo aveva preso il posto della dimissionaria Angela Rinollo. Onolfo era stato indicato da “Nuova Palma” e si è occupato finora di Sport, Turismo e Spettacolo.

Anna Maria Sanfilippo, invece, è subentrata a Maria Antonina Blunda, che si era dimessa per motivi personali. Sanfilippo ha avuto assegnate le deleghe alle Politiche sociali e del Lavoro, Pari opportunità, Servizi cimiteriali, Rapporti con il consiglio comunale che da ieri ha dovuto lasciare. Giuseppe D’Orsi, figlio di Eugenio, l’ultimo presidente della Provincia di Agrigento, era subentrato a Fiaccabrino e fino a ieri si occupava di Politiche giovanili, Famiglia, Polizia municipale, Tutela animali, Attività produttive e finanziamenti. Angelo Cottitto era delegato del sindaco per i settori: Manutenzioni, Ambiente, Mobilità e Trasporti ma anche Urbanistica e Patrimonio.

Il sindaco Castellino ha tenuto per sé le deleghe alla Cultura, alla Pubblica istruzione, Bilancio, Tributi e Lavori pubblici.