Obesità: La rubrica di nutrizione di Ethel Greta Bocchino

In questa breve sintesi ci occuperemo di:

OBESITA’

Dottoressa Ethel Greta Bocchino

L’obesità è una malattia cronica, eziologica, multifattoriale, caratterizzata da un eccesso di massa grassa rispetto alla massa magra, in base ai limiti ritenuti normali per età, sesso e statura. In linea generale si parla di obesità quando il peso corporeo supera il peso ideale di almeno il 20%.  L’incidenza dell’obesità negli ultimi decenni è cresciuta drammaticamente. Si stima, infatti, che colpisca circa 300 milioni di persone in tutto il mondo. Attualmente più di 2 milioni di adulti e bambini in tutto il mondo sono in sovrappeso o obesi.

EZIOLOGIA

La patogenesi dell’obesità è multifattoriale poiché vi possono concorrere fattori genetici, socioeconomici, comportamentali e ambientali. Sulla base eziologica distinguiamo, l’obesità primaria, quando è generata dalle cattive abitudini alimentari e scarsa attività fisica; e l’obesità secondaria quando è causata da una disfunzione endocrino-metabolica come: Sindrome di Cushing, ipotiroidismo, insulinoma e craniofaringioma, o genetica.

La causa fondamentale dell’obesità si basa sulla rottura dell’equilibrio tra apporto calorico e dispendio energetico, con conseguente aumento del peso corporeo e di grasso addominale è dovuto a cambiamenti ambientali e comportamentali come: aumento di assunzione di cibi ipercalorici ad alto contenuto di grassi; riduzione dell’attività fisica legata a lavori sedentari, trasporto, urbanizzazione.

VALUTAZIONE DELL’OBESITA’

 

L’obesità viene valutata attraverso diversi parametri. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha fissato i nuovi criteri che permettono di classificare l’obesità in base al BMI (Body Mass Index o Indice di Massa Corporea) che ci permette di identificare il grado di obesità.

Un altro parametro usato per definire il tipo di obesità è il rapporto tra circonferenza vita e circonferenza fianchi è clinicamente importante studiare anche la distribuzione del grasso corporeo nell’organismo, perché questa si accompagna a un differente rischio di morbilità e mortalità.

COMPLICANZE PATOLOGICHE

Questa patologia è causa di complicanze croniche a carico di diversi organi come occhio, rene, ma non solo è responsabile anche di patologie cardiovascolari come infarti, ictus…patologie respiratorie, ipertensione, dislipidemia, inoltre è un fattore di rischio per il cancro. L’obesità non è un problema legato soltanto all’aspetto estetico.

Approcci terapeutici

Una delle strategie adottate per contrastare l’obesità, risulta essere quella della diminuzione dell’apporto calorico associata a una adeguata attività fisica. Per questo bisogna rivolgersi ad un nutrizionista professionista. La terapia dietetica prevede Dieta chetogenica a risparmio proteico; Dieta ipocalorica bilanciata. Dall’altra parte, i farmaci antidiabetici di nuova generazione hanno effetti positivi anche nella perdita di peso e sul rischio cardiovascolare. Nei pazienti fortemente obesi in cui sono falliti i trattamenti convenzionali non chirurgici e che hanno patologie associate che possono determinare rischio per la vita, la chirurgia bariatrica può essere considerata l’unica alternativa valida per ottenere un peso salutare e per evitare i devastanti effetti psicologici e fisici dell’obesità.

I candidati che vengono sottoposti all’intervento sono pazienti con BMI ≥ 40 kg/m2 o con BMI ≥ 35 kg/m2. La chirurgia bariatrica va eseguita in centri altamente specializzati, dove il paziente dovrà essere seguito da un nutrizionista a breve e a medio lungo termine.

 

LEGGI ANCHE A tavola con l’esperta


Dott.ssa Ethel Greta Bocchino
Dott.ssa Ethel Greta Bocchino, laureata in Scienze Biologiche presso l’Università di Messina, ha conseguito la Specializzazione in Patologia Clinica presso l’Università di Catania. Ha conseguito il Master in “Biotecnologia avanzata per la salute e la scienza della vita”, nonchè Master in “Scienze dell’alimentazione e dietetica applicata”. Ha pubblicato con altri membri, presso la Wiley On line Library nel 2013 il Progetto “Sulfate influx on band 3 protein of equine erythrocyte membrane using different experimental temperatures and buffer solutions”. Iscritta all’ordine Nazionale dei Biologi a Roma dal 2011. Tirocinante presso l’Ospedale San Giovanni di Dio ad Agrigento presso il Dipartimento di Patologia Clinica. Si occupa di diete personalizzate ed equilibrate. Educazione alimentare e diete personalizzate per soggetti sportivi. Interventi educativo Nutrizionali. Valutazione della composizione corporea. Interventi nutrizionali e diete personalizzate sia per soggetti affetti da patologie quali diabete, celiachia, si per soggetti con intolleranze gravi ed allergie, nonché di pazienti soggetti a trattamenti di chemioterapia.