Nulla di grave per Cosimo Costi, Agrigento lavora per integrare anche Chiarastella e Daeshon Francis

Giorni fondamentali per il recupero di Chiarastella e l’integrazione completa dell’americano Daeshon Francis, arrivato ad Agrigento da pochi giorni. La Moncada, questa settimana lavora per mettere ulteriore benzina nelle gambe e soprattutto per oliare i meccanismi in vista del secondo match di SuperCoppa, contro la squadra romana Stella Azzurra, che si giocherà al Palamoncada sabato 17 settembre alle ore 12. Le tre amichevoli di preaseason hanno dato diversi spunti a coach Cagnardi che ha fatto roteare quasi tutto il roster, ad esclusione dell’ultimo arrivato Daeshon Francis ed Albano Chiarastella che sta recuperando da un lieve infortunio alla gamba. “Tutto verte verso il positivo – spiega coach Cagnardi – aspettiamo la partita di sabato e in questa settimana cercheremo di inserire entrambi per arrivare alla partita al completo”. Non preoccupano le condizioni di Cosimo Costi, che nella partita di sabato scorso al PalaIlio, è scivolato con le gambe larghe e sentito un dolore all’adduttore. Doveva essere la prima partita ufficiale della nuova Fortitudo Agrigento e fino al terzo periodo, se pur con mille difficoltà, lo è stata. Ma ad affrontare la Fortitudo non è stata soltanto la Pallacanestro Trapani ma anche l’umidità eccessiva del parquet che ha reso difficile il gioco delle due squadre costringendo coach Cagnardi, di comune accordo con il coach di Trapani Parente, a chiedere la sospensione del match per salvaguardare l’incolumità degli atleti. Al di là del risultato che ha visto vincere Trapani 63-47, sono importanti i segnali che ha la squadra ha lasciato a coach Cagnardi per permettere di lavorare al meglio in vista del prossimo match: “È un peccato che la partita si sia interrotta dopo 29 minuti ma effettivamente il campo era impraticabile. Nonostante le difficoltà che ha coinvolto sia noi che loro devo dire che Trapani nei primi 20 minuti ha approcciato la partita in maniera fisica dal punto di vista difensivo e noi abbiamo reagito a questo tipo di difesa in maniera sbagliata e questo ci servirà da monito per lavorare su questi aspetti tecnici, abbiamo aperto troppo al palleggio, ci siamo affidati troppo alle iniziative personali e invece il nostro modo di affrontare queste partite dovrà essere completamente diverso, dovremo essere molto più precisi a tenere le nostre spaziature e nel rimettere in campo il lavoro settimanale che stiamo facendo”.  Esclusa, invece, l’Eurobasket di Roma e, quindi, salta anche il match di Supercoppa con le squadre che riposeranno un turno.

FOTO Nino Piraneo