Novantenne senza cibo per Capodanno, Gdf gli offre pranzo

Non aveva nulla da mangiare, ma doveva farlo necessariamente per assumere dei farmaci per le sue patologie. Cosi’ ha vagato per ore il giorno di Capodanno a San Leone, sul litorale di Agrigento, alla ricerca di un pasto. A soccorrerlo e’ stata una pattuglia della Guardia di finanza alla quale si e’ rivolto chiedendo aiuto. Protagonista di questa sorta di odissea (la ricerca, il giorno di Capodanno e in pieno lockdown, di un’attivita’ commerciale aperta) e’ stato un pensionato di 90 anni. Ai finanzieri ha raccontato che il frigorifero di casa si era guastato dopo un corto circuiro. E’ stato cosi’ costretto a gettare nella spazzatura il cibo ormai avariato, senza avere in casa nient’altro per il pranzo. Il vecchietto, vedovo e senza parenti conviventi, ha chiesto di essere aiutato a trovare un negozio aperto per fare un po’ di spesa. A quel punto i due militari della Guardia di finanza si sono rivolti ad una struttura ricettiva, con annesso ristorante, offrendo all’anziano il pranzo di Capodanno. (ANSA).