Non si ruba a casa dei ladri. La commedia dei Vanzina senza corna

Non si ruba a casa dei ladri è l’ultimo film di Carlo Vanzina, con Vincenzo Salemme, Massimo Ghini, Stefania Rocca, Manuela Arcuri e Maurizio Mattioli. Le clip delle riprese, cominciate lo scorso luglio a Zurigo e proseguite a Roma, preannunciavano già una commedia divertente, pronta a dare sollievo al pubblico con la truffa organizzata ai danni di un politico truffatore e ben lontana dalle solite corna dei cinepanettoni e dal traboccante erotismo che permane solo sotto forma di un sensuale ammiccamento o di una silhoutte impetuosa. L’elemento che prevale in questa pellicola è la mancata differenza che dovrebbe sussistere tra la destra e la sinistra politica, accomunate da un unico fattore: l’interesse per il denaro e la naturale inclinazione per l’imbroglio e la corruzione a dispetto della meritocrazia.

Simone, interpretato da Massimo Ghini, è un politico corrotto, ladro e disonesto che ha truffato il dipendente Antonio attraverso una gara d’appalti truccata. Quest’ultimo se in un primo momento riflette sull’idea di denunciarlo, in un secondo decide di ripagarlo con la stessa moneta, pertanto con un gruppo di conoscenti, anch’essi vittime di una truffa per mano di Simone, decide di riprendersi ciò che gli è stato tolto.

Non si ruba a casa dei ladri sarà proiettato da oggi presso il Cinema Multisala Ciak di Agrigento, orario degli spettacoli 18.30-20.30-22.30, costo del biglietto intero dal lunedì alla domenica 7€, ridotto per tutti solo il mercoledì 5€.