Niente raccolta dei rifiuti a Porto Empedocle: Discarica chiusa per mancati pagamenti del Comune

PORTO EMPEDOCLE. Sarà una giornata di disagi quella di domani per i cittadini di Porto Empedocle. La prevista raccolta dei mastelli di colore grigio della raccolta differenziata, quelli che servono per il secco residuo o indifferenziata, non potrà essere effettuata.

Il mancato servizio è dovuto al contenzioso in atto tra la Catanzaro Costruzioni che gestisce l’impianto di Siculiana e il Comune di Porto Empedocle che sarebbe in ritardo con il pagamento di quanto dovuto alla Catanzaro.

L’indifferenziato, che com’è noto si conferisce in discarica rimarrà dunque nei mastelli e non verrà raccolto dagli operatori ecologici. Già nei giorni passati, i camion dell’aro Vigata – Scala dei Turchi provenienti da Porto Empedocle, si erano visti negare l’accesso in discarica proprio per il contenzioso in atto con il Comune.

Contenzioso che si va ad aggiungere a quello che il Comune ha con le imprese della Rti, Iseda, Icos ed Ecoin che vantano un sostanzioso credito per servizi già resi e che per questo motivo, di conseguenza, non riescono ad essere puntuali nel pagamento degli stipendi ai loro operatori ecologici in stato di agitazione pressochè permanente. Una situazione che non si riesce a sbloccare a due anni circa dalla dichiarazione di dissesto delle casse comunali al contrario di come avvenuto in altri comuni della provincia, come Favara e Casteltermini che dopo il dissesto stanno riuscendo a risalire.