Naro, nominate le commissioni per la stabilizzazione dei precari

istituto tecnico

Il Sindaco  Lillo Cremona ha nominato le cinque commissioni giudicatrici per lo svolgimento delle procedure di stabilizzazione dei 33 precari in servizio presso il Comune di Naro.

Le procedure selettive per la stabilizzazione riguardano la copertura dei seguenti posti a tempo indeterminato e part-time: 2 posti di assistente sociale, 3 posti di vigile urbano, 13 posti di istruttore amministrativo, 6 posti di istruttore contabile, 9 posti di istruttore tecnico.

Le commissioni sono state nominate dopo la scadenza dell’avviso pubblico per la stabilizzazione a cui è seguita la domanda di partecipazione da parte dei 33 precari in servizio presso il Comune.

Le cinque commissioni sono presiedute dal segretario generale Giuseppe Vinciguerra e sono tutte composte dal vicesegretario generale  Vincenzo Cavaleri e dal capo settore di riferimento per ciascuna procedura concorsuale, ovvero dal responsabile servizi finanziari e sociali Saverio Attardo (procedura selettiva di assistente sociale e di istruttore contabile); dal responsabile servizi amministrativo-informatici Salvatore Lauria (procedura selettiva istruttore amministrativo); dal Comandante P.M. Calogero Piraino (procedura selettiva vigili urbani) e dal responsabile area tecnica Calogero Terranova (procedura selettiva istruttore tecnico).

Le funzioni di segretaria  delle commissioni sono state affidate alla dipendente dell’ufficio personale Carmelina Ginex.

Le dichiarazioni del sindaco di Naro

“L’Amministrazione Comunale, avvalendosi della nuova normativa vigente, sta accelerando le procedure per la stabilizzazione dei 33 precari di categoria C e D  al fine di stabilizzarli, come aveva già fatto con i 15 precari di categoria A e B.

Si tratta di unità di personale che lavorano al Comune da decenni, prima impegnati in attività socialmente utili, dopo  con contratto a temine più volte rinnovato e, tra qualche mese, finalmente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Si tratta di dipendenti i quali da tempo reggono uffici e governano procedimenti amministrativi e che finalmente potranno avere stabilità definitiva nel posto di lavoro”.