Mutui, nell’agrigentino si chiede in media 95mila euro

Secondo  l’osservatorio Facile.it – Mutui.it, nel primo trimestre 2021 l’importo medio richiesto per un mutuo in provincia di Agrigento è
pari a 95.190 euro, valore in linea con quanto rilevato nel medesimo periodo del 2020 (+0,6%). Se a livello regionale l’importo medio richiesto agli istituti di credito nel primo trimestre 2021 risulta in lieve aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+1,9%), guardando alle singole province emerge un andamento differenziato: la provincia che ha registrato la crescita più importante è Messina (+8,5%, 107.757 euro), seguita da Catania (+6,9%, 119.302 euro) e quella di Palermo (+3,0%, 121.069 euro). Continuando a scorrere la classifica siciliana, si posizionano le province di Agrigento (+0,6%, 95.190 euro) e Caltanissetta (+0,2%, 98.381 euro). Valori in calo, invece, per la provincia di Enna (-0,9%, 94.236 euro), quella di Trapani (-3,8%, 105.739 euro) e quella di Siracusa (-4,1%, 109.702 euro).

Da registrare, secondo l’analisi dei due comparatori, anche l’aumento della forchetta che separa i tassi fissi (in aumento) da quelli variabili (sostanzialmente stabili). Per un finanziamento da 126.000 euro da restituire in 25 anni, ad aprile 2021 il Taeg medio rilevato online è pari all’1,37% per il fisso – vale a dire il 10,5% in più rispetto a febbraio 2021 quando era pari all’1,24% – mentre è dell’1,03% per il variabile (era 1,0% a febbraio 2021); nonostante questo sono nove su dieci gli aspiranti mutuatari siciliani che preferiscono il tasso fisso.
Nel primo trimestre 2021 cala anche il peso percentuale della surroga sul totale mutui richiesti in Sicilia: passa dal 33% dello scorso anno
al 19%.