Morte di un uomo di Licata, archiviazione per 11 medici

Morte di un uomo di Licata, 11 medici dichiarati non responsabili del decesso.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto ha disposto il decreto di archiviazione del procedimento penale, aperto un paio d’anni fa, nei confronti di undici medici degli ospedali San Giacomo d’Altopasso di Licata e Sant’ Elia di Caltanissetta indagati per la morte di un paziente. 

Tutto è nato dalla denuncia dei parenti del licatese Francesco Sances, morto nel nosocomio nisseno il 20 gennaio del 2014 per un’infezione cardiaca, dopo essere stato ricoverato nei giorni precedenti nella struttura ospedaliera di Licata. A essere comparsi dinanzi al gip sono stati i medici licatesi Nicola Maurizio Damanti , Calogero Cona, Donatella Trigona , Francesca Graci, Giuseppe Antonio Alaimo ,Francesco Sorrusca, Rosina Cammilleri,Caterina Camilleri di Gela, Carmelo Battiato di Catania, Carmelo De Bilio di Riesi, Giuseppe Fodale di Menfi.

Secondo quanto accertato dal consulente medico legale Concetta Sortino, non sarebbero emerse responsabilità o negligenze da parte dei medici che si occuparono del paziente licatese”.