Moria di anatre e pesci alla foce del fiume, Asp : è stato un batterio

Finalmente, dopo alcuni mesi, sappiamo qualcosa di più sulla causa della morte di diverse decine di anatre e qualche pesce alla foce del fiume akragas.

Ad affermarlo è Claudio Lombardo di MareAmico che ringrazia l’ASP di Agrigento, di cui è dipendente, per aver  risposto ad una Interrogazione Parlamentare che ne chiedeva conto.
Inizialmente si era esclusa solo la presenza del virus dell’aviaria e l’ingestione di sostanze tossiche.   Oggi -Spiega ancora Lombardo –, dopo l’accertamento da parte dell’Istituto Zooprofilattico, nell’esemplare esaminato si è rilevato “la positività all’escherichia coli nel cuore e di clostridi nel fegato, in particolare quest’ultima sembra essere la causa di morte più probabile, se messa in correlazioni a condizioni di alta temperatura ambientale e scarsa ossigenazione delle acque, che possono avere causato una proliferazione di questi batteri e conseguente sviluppo di tossine. Quindi la moria delle anatre e dei pesci – conclude l’ambientalista  – è stata causata dalla presenza del batterio Clostridium, delle sue tossine e delle acque malsane presenti nel fiume akragas.

ECCO IL VIDEO DIFFUSO SUI SOCIAL DALLO STESSO RESPONSABILE DI MAREAMICO