Miagolare in consiglio? Alfano: E’ tempo di abbassare i toni

Agrigento: Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa del consigliere Gioacchino Alfano.

 

Alfano-Gioacchino-Consigliere- Agrigento-cambia“Chi è senza peccato scagli la prima pietra, questo verrebbe da dire leggendo l’articolo della consigliera Palermo sugli episodi che hanno caratterizzato gli ultimi consigli comunali. Attenzione e silenzio sono condicio sine qua non per per un corretto e proficuo svolgimento dei lavori d’aula,  ma lascia un poco perplessi se a chiederli, anzi pretenderli, sia chi spesso si alza ed interrompe mentre parlano gli altri. Il mio non vuole essere una difesa di ciò che è successo ieri sera ma soltanto uno sprone per tutti ad abbassare i toni al fine di poter riattivare i canali comunicativi utili al regolare svolgimento dei lavori. Sarebbe il caso di applicare in modo rigido il  regolamento, come chiede la stessa consigliera Palermo il cui impegno e lavoro stimo molto, anche se ciò vorrebbe dire, anche per lei, abbandonare durante gli Interventi le divagazioni, i voli pindarici e gli attacchi personali. È questo modus operandi che il più delle volte allunga a dismisura i lavori d’aula, spesso inasprendo i toni, allontanandoci dalla trattazione dell’ordine del giorno, dall’esame dei problemi della Città e, ove possibile, alla individuazione delle soluzioni.
Io consiglio alla collega Palermo di abbandonare la stessa idea di dimettersi perché il confronto ed anche lo scontro politico tra maggioranza ed opposizione è sempre proficuo ed il suo, in questo, è un contributo importante. Di sassi ( ostacoli) nel nostro  cammino ne incontreremo tanti sta ad ognuno di Noi se farne muri o ponti. Cerchiamo tutti, con il nostro contributo, di non erigere barricate rispettando, parimenti, le idee sia chi ci è vicino ma ancor di più chi è, politicamente, lontano da noi. Contribuiamo tutti alla rinascita della Nostra città dando una risposta ai bisogni di tutti i cittadini.” 

Gioacchino Alfano