Maxi piantagione di droga, giudizio immediato per un 59enne

Il pm della Procura di Sciacca, Michele Marrone, ha chiesto giudizio immediato nei confronti di Calogero Sarullo, 59 anni, di Ribera. Le indagini hanno consentito di scoprire e sequestrare una maxi piantagione di droga a Ribera.

Nell’operazione, oltre all’uomo è finita nei guai anche, Antonina Sarullo, 48 anni,  attualmente agli arresti domiciliari. Quest’ultima ha già chiesto il patteggiamento della pena, richiesta sulla quale si deve pronunciare la Procura.

Per Calogero Sarullo, invece, la difesa ha chiesto il rito abbreviato in caso di giudizio.

La maxi piantagione è stata scoperta in un appezzamento di terreno, tra fichi e ulivi. I Militari dell’Arma hanno rivenuto oltre 150 piante di marijuana, alte tre metri, per un peso complessivo di circa una tonnellata. Nell’interrogatorio di convalida l’uomo avrebbe ammesso parzialmente le sue responsabilità, mentre la donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere.