Mamma ruba per fame, ma invece di saldare il conto la denunciano

Mamma ruba per fame: occorre carità.

Tutto accade in un supermercato di Bonamorone. E’ qui che la donna è stata bloccata mentre tentava di superare le casse senza pagare. La donna stava cercando di “rubare” carne e pannolini.

Dal supermercato hanno chiamato subito la polizia per segnalare il fatto.  Gli agenti, una volta giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che il loro dovere. Nessuno si è offerto di pagare per lei il conto. La signora, in lacrime e disperata aveva raccontato di aver rubato per necessità. La donna aveva cercato di portare a casa un pò di cibo. Una vicenda triste che ha subito suscitato un forte dibattito in città. In tanti hanno chiamato il nostro giornale. C’è chi ha chiesto il nome e l’indirizzo della donna al fine di aiutarla con eventuali donazioni. E il consigliere comunale Nuccia Palermo, ha sollecitato l’ufficio Servizi sociali del Comune a fare più attenzione ai bisogni della gente, ha chiesto di attivarsi per un adeguato intervento. In tanti hanno espresso il loro pensiero sui social, c’è chi è voluto intervenire pubblicamente. Qui di seguito la lettera a firma di Luigi Cacciatore:

Vorrei esprimere quello che è un mio pensiero su quanto denunciato un paio di giorni fa da un supermercato della zona di Bonamorone (AG).

Quella povera signora ha indubbiamente sbagliato, ma ricordiamoci che si è trattato di un furto di soli 11€ circa per dei beni primari quali cibo e pannolini.
Ora dato che siete tutti dei signori che scendete in piazza per l’avvelenamento dei cani o che vi limitate a scrivere hashtag del tipo “Anche io sono nzolia”, Agrigento2020, a munnizza fina ntesta e via discorrendo…
Siamo in un periodo di Quaresima, invito la signora che ha chiamato i carabinieri per denunciare quella povera bisognosa e quei super Eroi che sono andati fino a casa per denunciarla, di fare una cosa soltanto, Vergognarsi.

Ecco io sono disposto a pagare per quella povera bisognosa.
Siate più caritatevoli e meno personaggi ne sta città Folkloristica di pali celesti e strade beige.