Maltempo, esonda il Verdura, allagamenti e strade bloccate . VIDEO

img_9887Maltempo: il fiume Verdura è esondato causando rallentamenti e disagi per la circolazione. La SS 115 subisce rallentamenti perchè la strada è in alcuni tratti allagata. Disagi anche nella vicina Ribera. Le forti pioggie hanno causato allagamenti in diverse zone della città.  Altri disagi e danni si registrano in questo versante dell’agrigentino. Chiuso precauzionalmente anche il viadotto Verdura sulla AgrigentoSciacca. Crolli di strade, come una porzione di via Allende, nelle vicinanze del tribunale a Sciacca ed allagamenti di strade anche a Santa Margherita Belice. Un automobilista ci ha inviato questo video e alcune foto.

Maltempo, esonda il VerduraA Ribera crolli, automobili e scantinati sommersi sulla via Circonvallazione. Lidl letteralmente sommersa. Sott’acqua anche l’area dell’ex stazione ferroviaria. Impraticabili le strade di collegamento da e verso Sciacca, secondo quanto comunicato dal Sindaco di Ribera, il quale consiglia di uscire di casa solo in caso di emergenza. Secondo le prime informazioni diffuse dal comando dei vigili urbani di Ribera, attivi nell’opera di prevenzione su tutto il territorio, sin dai primi roboanti boati di un’alba cupa. Codice rosso, per precauzione scuole di ogni ordine e grado chiuse per scongiurare pericoli.

Scuole chiuse anche oggi a Licata. Il sindaco Angelo Cambiano, dopo aver ricevuto la comunicazione da parte del servizio meteorologico, che ha annunciato precipitazioni abbondanti a partire da questa mattina con rovesci di pioggia da 45 a 90 millimetri, ha ordinato in via precauzionale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Limiti di velocità per moto e autoveicoli e divieto di transito per le biciclette su alcune strade provinciali
 
maltempo-verduraresortSituazione sempre più difficile sulle strade provinciali a causa della mancanza di risorse per la manutenzione ordinaria. Dissesti, frane, cedimenti delle carreggiate e altri problemi hanno indotto il Gruppo XI-Tecnico ad emettere un’ordinanza (la n.15 del 23 novembre) con la quale viene imposto il limite massimo di velocità di 30 km/h per auto e motoveicoli su alcune strade del comparto centro nord. Si tratta della SP n. 25 Soria-Mussomeli, della SP n. 26 tratto Tumarrano-Valledolmo, della SP 58 tratto da incrocio SP 26 stazione Cammarata-bivio Castronovo.
 
Nell’ordinanza è contenuto anche il divieto assoluto di transito sulle stesse strade per le biciclette, e questo per garantire l’incolumità dei ciclisti, che potrebbero riportare seri danni da cadute accidentali, possibili a causa delle pessime condizioni dei tracciati. Una decisione presa a malincuore dai tecnici del Settore Infrastrutture Stradali del Libero Consorzio, che prendono atto dell’impossibilità di garantire le minime condizioni di sicurezza ai ciclisti, e alla quale potrebbero seguire altre analoghe, considerata la situazione disastrosa della viabilità interna e la totale mancanza di risposte da parte della Regione sugli adeguati finanziamenti richiesti più volte per garantire la manutenzione della rete viaria provinciale, estesa complessivamente quasi 1400 km.