Mafia: Agrigento, tra arresti consigliere comunale ‘capodecina’

Fra i destinatari dell’ordinanza cautelare dell’inchiesta “Oro bianco”, che ha fatto scattare in provincia di Agrigento 35 provvedimenti, tra cui 12 misure di custodia cautelare in carcere, c’e’ il consigliere comunale di Palma di Montechiaro, Salvatore Montalto, 52 anni, eletto quattro anni fa nelle fila dell’Udc. Montalto, scrive l’AGI, impiegato di banca, e’ finito in carcere con l’accusa di associazione mafiosa. In particolare sarebbe stato uno dei cosiddetti “capidecina” della cosca del paese che avrebbe avuto in Rosario Pace, il punto di riferimento. L’esponente politico, secondo le accuse, sarebbe stato “a disposizione della famiglia mafiosa” garantendo supporto e “contribuendo a rafforzare il prestigio criminale sul territorio”. L’indagine dei carabinieri, coordinati dalla Dda di Palermo, ha accertato altri legami fra la criminalita’ e la politica. Un intero capitolo dell’ordinanza e’ dedicato ai “favori ai politici”.