Il lotto non poteva essere edificato: villette a Le Dune per il perito irregolari

Il lotto non poteva essere edificato in assenza di un piano di lottizzazione convenzionata e quindi privo di autorizzazione urbanistica”. In questi termini si è espresso l’ing. Marco Sardo, perito nominato dal giudice del Tribunale di Agrigento, nell’udienza riguardante il processo su una presunta lottizzazione abusiva di 8 villette nel viale delle Dune a San Leone.

Gli imputati del procedimento sono 7. L’inchiesta è una costola di un’altra inchiesta denominata “Self Service” su un presunto giro di tangenti all’Utc del Comune di Agrigento che ha determinato la condanna di una quindicina di persone. Alla sbarra, a vario titolo, in questo processo. i proprietari delle villette e del terreno Domenico Demichele Granet, di Agrigento, Rosa Maria De Michele Granet, anche lei agrigentina; e poi Ali Borzoee, iraniano residente a Favara, direttore dei lavori, Sebastiano Di Francesco, ex dirigente dell’Utc, Luigi Zicari, architetto, Pietro Fullo e Roberto Gallo Afflitto, anche loro architetti.