L’omicidio del cardiologo, disposta l’autopsia

Il procuratore facente funzioni di Agrigento Salvatore Vella, e il pubblico ministero Elenia Manno, titolare del fascicolo d’inchiesta, hanno incaricato il medico legale Alberto Alongi di eseguire l’autopsia sulla salma del cardiologo Gaetano Alaimo, ucciso martedì pomeriggio nel suo ambulatorio di Favara.

A confessare l’omicidio è stato il bidello favarese Adriano Vetro di 47 anni, che ha detto di avergli sparato, perchè il medico non gli avrebbe rilasciato un certificato indispensabile per ottenere il rinnovo della patente di guida.

L’esame autoptico è fissato per sabato mattina. L’incarico sarà conferito domani. Sia il difensore dell’indagato, l’avvocato Santo Lucia, che il legale Giuseppe Barba, che assiste i familiari della vittima, potranno nominare dei consulenti di parte per prendere parte alle operazioni.