L’istituto Don Morinello di Licata si aggiudica il progetto Cips Cinema per la Scuola.

L’istituto Bilingue “Don Morinello” di Licata si è aggiudicato il progetto CIPS cinema per la scuola, grazie ad “ANIMAGICAZIONE”, realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da Ministero della Cultura e Ministero dell’Istruzione e del Merito.
Responsabile scientifico del progetto è Alessandra Cuttaia, regista e produttrice cinematografica siciliana, che si avvarrà di un team esterno di professionisti del settore, docenti dello IED di Milano.
Al Fly Cinema di Licata si è tenuto l’opening del progetto, con la partecipazione della direttrice dell’istituto, Romina Capritta, e del presidente della Valle dei Templi Film Commission e di Southmovie, Marco Gallo.
Tra i partner del progetto anche la Lupo Group Cinema di Agrigento. Proprio il cinema di Agrigento vedrà  la proiezione in anteprima esclusiva del cortometraggio animato che i piccoli studenti del “Don Morinello” si accingono a girare.
“Il pensiero creativo – spiega Alessandra Cuttaia – è il primo passo verso la socializzazione e l’autorealizzazione. L’obiettivo principale del progetto è quello di educare i più piccoli alla creatività in ambito sociale e culturale, quindi di trasmettere loro le basi teoriche e tecniche necessarie per un eventuale approfondimento futuro, in qualsivoglia campo decidano di applicarsi da adulti. Abbiamo scelto di dare ampio spazio all’illustrazione e all’animazione in quanto queste stimolano il potenziale creativo e cognitivo dei bambini e, attraverso la didattica innovativa, anche i docenti e i familiari potranno riconoscere il valore delle piattaforme multimediali e il loro ruolo fondamentale nel processo formativo contemporaneo”.
“Il progetto si identifica – conclude la responsabile scientifica – come occasione per esprimersi, ragionare, osservare, agire insieme, confrontarsi, sperimentare e crescere in modo partecipato. Un’intensa programmazione di proiezioni di lungometraggi e film d’animazione sarà la colonna portante dell’intero progetto: dal cinema muto di Chaplin all’ultimo film d’animazione vincitore del premio Oscar (Encanto), passando per alcuni grandi classici del cinema per bambini fino ad arrivare alla leggenda dell’animazione, Hayao Miyazaki. Siamo convinti che educare i bambini a vedere cinema d’autore, contribuisca a contrastare l’analfabetismo iconico in primis perché s’innesca un passaparola a catena che dai bambini passa per le loro famiglie e si diffonde sul territorio”.