L’I.P.I.A. “Archimede” di Cammarata propone un nuovo indirizzo di studio nella sede di  Casteltermini

L’I.P.I.A. “Archimede” di Cammarata propone un nuovo indirizzo di studio nella sede di  Casteltermini

Comunicato – Approvata dal Commissario straordinario Girolamo Alberto Di Pisa, su proposta del Settore Politiche del Lavoro e dell’Istruzione, per la parte logistica relativa all’utilizzo delle aule, la creazione di un nuovo indirizzo di studio per l’anno 2018/2019 sulla “Gestione delle acque e risanamento ambientale” a Casteltermini. La richiesta è stata formulata dal dirigente scolastico Prof. Antonino Pardi dell’I.P.I.A. “Archimede” di Cammarata.

Il Dirigente scolastico ha chiesto l’istituzione del nuovo indirizzo di studio nella sede coordinata di Casteltermini dell’Istituto Tecnico. Il numero degli alunni di questo nuovo indirizzo dovrà essere compatibile con le superfici utili delle aule a disposizione dalla Scuola, sulla base degli standard per l’edilizia scolastica.

L’autorizzazione del Libero Consorzio è propedeutica alla decisione della Regione che potrà istituire i nuovi indirizzi di studi dopo avere disposto gli appositi decreti regionali. Le aule per le attività didattiche e di laboratorio, individuate dal Dirigente Scolastico, sono, per il Libero Consorzio, da ritenersi idonee per le attività didattiche relative al nuovo indirizzo “Gestione delle acque e risanamento ambientale” da attivare presso la sede coordinata di Casteltermini.

L’autorizzazione non potrà comportare nuovi costi per il Libero Consorzio a meno che non perverranno nuovi trasferimenti di fondi nel bilancio provinciale. Le notevoli difficoltà finanziarie, infatti, determinate dai cospicui tagli ai trasferimenti sia statali che regionali, portano l’oggettiva impossibilità dell’Ente a fronteggiare ulteriori oneri aggiuntivi conseguenti all’approvazione del Decreto Regionale dell’istituzione del nuovo indirizzo di studio.