Lettera di Firetto e Amico alla Figc: iscrivete l’Akragas in Eccellenza o Promozione

AGRIGENTO. Un passo in avanti è stato fatto per l’Akragas 2.0. Ma è solo un tentativo di salvare il calcio in città. Una lettera, firmata dal sindaco della città dei Templi e dall’assessore allo Sport e Bilancio, Giovanni Amico, con tanto di carta intestata del Comune, è stata inoltrata alla Lega Sicula. Nella missiva, diretta al presidente della Lega nazionale dilettanti – Figc Sicilia, Santino Lo Presti, il sindaco e l’assessore “manifestano” la loro intenzione di iscrivere una squadra della città di Agrigento nel massimo campionato regionale, quello di Eccellenza, o in alternativa nel campionato di Promozione.

La circostanza della lettera inoltrata alla Figc siciliana è stata confermata dal presidente della Lega, Lo Presti. Ma non si specifica, nella missiva, come si chiama la nuova società, oppure – dettaglio non trascurabile – se è stata costituita, chi sono i soci. Insomma c’è solo il tentativo da parte del sindaco Firetto e dell’assessore Amico di poter “ipotecare” un posto. Nel frattempo, lo scorso 2 agosto sono scaduti i termini per le richieste di ripescaggio nei campionati di Eccellenza e Promozione e sono state 7 le società che hanno manifestato la propria intenzione di poter disputare un campionato superiore.

Dopodomani, martedì 7 agosto, la Lega si riunirà per esaminare le richieste ed al tavolo della discussione sarà inserito anche il caso “Akragas”. “Abbiamo ricevuto una istanza a firma del sindaco e dell’assessore Amico – dice il presidente della Lnd Sicilia,  Santino Lo Presti – che sarà discussa durante la riunione del 7 agosto”.

Lo Presti non si sbilancia ma appare molto aleatorio il fatto che la Figc possa accogliere una richiesta simile che non ha nessun connotato tecnico riferibile al regolamento del gioco del calcio. Significa che, essendo l’Eccellenza una sorta di “Serie A” siciliana, non si può iscrivere al massimo campionato una società di cui non si conoscono i connotati, ammesso che sia stata costituita. E cosa più improbabile è quella di lasciare una “casella vuota” nel campionato di Eccellenza o Promozione, in attesa di conoscere la compagine societaria. Al massimo, ma proprio in maniera eccezionale, la nuova Akragas 2.0 potrebbe essere iscritta d’ufficio al campionato di Prima categoria.