L’Eccellenza siciliana mira al “professionismo”, lotta aperta tra Licata e Canicattì

L’Eccellenza siciliana mira al “professionismo”. Un torneo molto qualificato, quello di quest’anno, che nel girone A sta registrando il protagonismo di Licata, Canicattì e Sant’Agata, con le insidiose inserzioni di Parmonval, Dattilo e Mazara. La lotta per il salto di categoria, con la conquista della serie D sembra essere circoscritta a queste  6 squadre su un totale di 16 partecipanti al campionato.

Lotta al vertice

Ed è proprio in queste squadre che si sono accasati i migliori giocatori, con il potenziamento del mercato di riparazione, quello di dicembre. Giocatori professionisti, soprattutto a Licata e Canicattì, con rimborsi che per alcuni giocatori addirittura superano i 3 mila euro al mese. Ed in cambio un impegno costante e puntuale negli allenamenti. Nonostante siamo in un periodo di festa, prima per il Natale e adesso per il Capodanno, i giocatori hanno continuato ad allenarsi. Togliendo i giorni prettamente festivi, come in ogni lavoro che si rispetti, anche nel calcio l’impegno è stato chiesto per tutto il periodo di pausa del torneo.

Doppia seduta di allenamenti per Licata e Canicattì

A Licata e a Canicattì, ad esempio, sono state svolte due sedute di allenamento giornaliere agli ordini, rispettivamente, del tecnico Giovanni Campanella e Nicola Terranova. Licata e Canicattì sono divise da un solo punto ed il campionato, alla ripresa delle ostilità, il prossimo 6 gennaio, vedrà le due squadre impegnate in sfide difficili: i gialloblu’ saranno di scena in trasferta ad Alcamo mentre i biancorossi giocheranno in casa, la prima di ritorno, allo stadio Saraceno di Ravanusa, con il Mussomeli, che nel mercato di riparazione si è rafforzato ed ha cambiato lo staff tecnico, affidando la panchina ad Accursio Sclafani che ha portato con se Luigi Giardina e Lillo Bonfatto, entrambi canicattinesi. Inoltre la società ha rinforzato la rosa con quattro acquisti di grande livello: Paolo Chiparo, il trequartista Giunta, Emanuele Alba, il centrale Girolamo Ciancimino e Cosimo Panepinto. Il Canicattì si è assicurato le prestazioni di Giuseppe Di Mambro, Angelo Rosella, Salvatore Giglio e Alessandro Cammareri, mentre sono usciti dalla rosa Luca Attardo e Peppe Prestia che si è accasato a Marsala.

Il Licata si è rafforzato con nuovi innesti

Il Licata ha acquistato Giacomo Riccobono, Renzo Parisi, Medhi Lauria, Roberto Assenzio ed ha ceduto Favero al Gela, Lio al Kamarat, Gomez al Dattilo oltre a svincolare Di Paola e Grasso. In casa Sant’Agata sono arrivati: Paolo Piyuka, Damiano Lo Giudice, Davide Carioto, Natale Gatto, Edoardo Collura, Jonis Khoris, Vito Praticò. Il Dattilo si è assicurato le prestazioni di Simone Guaiana, Gaston Gomez, Guido Mistretta. Nel Mazara sono arrivati Carmelo Giannusa, Mauro Lauricella, Giuseppe Nocera. Tutto invariato, tranne qualche piccola eccezione nelle altre squadre. Nella lotta per non retrocedere infine si ritrovano Castelbuono, Caccamo, Partinicaudace, Pro Favara e Cus Palermo, mentre sembra stabile la permanenza in Eccellenza per Geraci, Alcamo, Castellammare, Mussomeli e Sport club Marsala. La classifica è corta e quindi ogni squadra deve cercare di mantenere la posizione per evitare di ritrovarsi nella zona bassa e tentare invece la scalata alla zona playoff.