Le 5 spiagge segrete e meno affollate del Salento  

Le 5 spiagge segrete e meno affollate del Slento  

Il Salento in Puglia è una delle località turistiche più rinomate e amate del Bel Paese. Per questo motivo, in alta stagione le spiagge possono risultare un po’ troppo affollate. In molti scelgono gli affitti al mare nel Salento perciò vale la pena andare alla ricerca di quei posti segreti dove godervi una giornata di puro relax e riposo.

 Se siete alla ricerca di un luogo più tranquillo, queste sono le destinazioni che fanno al caso vostro.

  1. Torre Suda

Torre Suda rimane semi deserta anche durante il mese di agosto. Infatti, è una spiaggia selvaggia e appartata, perfetta se amate la natura. È una spiaggia prevalentemente rocciosa, tuttavia ci sono comunque alcuni spazi sabbiosi. Viene comunemente chiamata la spiaggia dei ricci che potete avvistare a occhio nudo mentre vi godete un bel bagno. Noterete anche la torre di avvistamento realizzata durante la dominazione bizantina che dà il nome alla spiaggia.

  1. Lido Marini

Tra le località di Salve e Ugento, andate alla scoperta di Torre Marini. Assieme a Torre Pali e Torre Mozza forma un trittico ideale per le vostre vacanze al mare. È frequentata ma comunque meno rispetto alle località più conosciute del Salento. Il litorale è formato sia da roccia che da sabbia inframezza a ciottoli arrotondati dalle onde del mare. 

Il fondale è basso dunque molto adatto se viaggiate in famiglia con i bambini. Questi fondali prendono anche il nome di secche di Ugento. Si tratta di un posto davvero molto suggestivo da cartolina grazie a una distesa di arbusti tipici della macchia mediterranea come ulivi, pini marittimi, ginepri, cespugli di mirto tra cui cantano le cicale. Una cornice più bella per il vostro soggiorno in Salento non riuscirete a trovarla.

  1. San Cataldo 

La spiaggia di San Cataldo è per eccellenza quella dei leccesi. Ad appena 12 km dalla capitale in stile barocco, potete trovare ampie distese di sabbia lambite da acque cristalline e calme, soprattutto quando soffia lo scirocco da sud. I turisti la frequentano meno perciò trovate un posto per il vostro asciugamano. 

  1. Cala dell’Acquaviva 

A Castro si trova Cala dell’Acquaviva, una piccola caletta formata da alte rocce nascoste da una ricca vegetazione tipica della macchia mediterranea. Meglio andarci la mattina quando è baciata dal sole mentre il pomeriggio è più all’ombra. Le acque cristalline e il fondale basso sono perfette per un tuffo rinfrescante.

  1. San Foca 

Nel cuore della Salento si trova la spiaggia di San Foca, piccolo angolo di paradiso terrestre poco battuto dai turisti. Se ne avete la possibilità, è il luogo ideale per un’escursione in barca alla scoperta delle grotte tra Castro e Porto Badisco. La grotta degli amanti una delle più suggestive della zona, legata a una leggenda antica che racconta di due amanti rimasti intrappolati con l’arrivo dell’alta marea. Le rocce candide fanno risaltare ancora di più le acque turchesi del mare.