L’Asp chiede la restituzione di 25 mila euro a medico accusato di peculato

L’Asp di Agrigento ha contestato al medico Giuseppe Miccichè, di avere violato il contratto di esclusività e chiede la restituzione di 25 mila euro.  Secondo l’accusa Miccichè avrebbe effettuato visite “intramoenia” senza versare, in alcuni episodi, la percentuale dovuta all’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento di cui è dipendente. La somma contestata dal pm titolare dell’inchiesta è di 600 euro. Secondo la difesa invece si tratterebbero di soli 80 euro. Il medico è accusato di peculato dopo un’inchiesta condotta dalla Guardia di finanza di Agrigento.