Lampedusa. Conclusa stagione riproduttiva tartarughe marine

Quella appena conclusa si conferma come una stagione riproduttiva di particolare successo per la tartaruga marina sull’isola di Lampedusa dove ha deposto sei nidi da cui sono nati 499 piccoli. I nidi sono stati monitorati giorno e notte dal personale della Riserva Naturale Isola di Lampedusa – gestita da Legambiente Sicilia – nell’ambito del Progetto triennale 2021/2023 di monitoraggio e tutela delle nidificazioni di Caretta caretta approvato dal Ministero della Transizione Ecologica e dall’ISPRA. Inoltre, sono stati rilevati i previsti parametri biometrici e tutti i neonati sono stati controllati dal personale della Riserva Naturale fino al loro arrivo in mare e molti turisti hanno avuto l’occasione di assistere, con le dovute cautele, a questo straordinario evento della natura. Di particolare rilievo il successo riproduttivo sulla Spiaggia dei Conigli dove su 434 uova sono nate ben 400 piccole tartarughe con un tasso di emersione di oltre il 90%. Il Direttore della Riserva Naturale Angelo Dimarca ha espresso un particolare ringraziamento alla Guardia Costiera ed al Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lampedusa Tenente di Vascello Gaetano Roseo per la collaborazione realizzata in ogni fase del monitoraggio. Queste attività di monitoraggio e protezione delle spiagge e di sensibilizzazione dei turisti sono possibili anche grazie al coinvolgimento dei giovani volontari che partecipano a Lampedusa al campo organizzato da Legambiente, che ogni anno realizza in tutta Italia il programma di volontariato “Tartawatchers” finalizzato proprio a identificare i nidi e a proteggerli fino al momento della schiusa.